Critiche da Boldrini a Grasso alla stampa. Feltri: ‘Analfabeta chi ci legge minaccia’

Pioggia di polemiche per il titolo del quotidiano ‘Libero’ dopo la partecipazione di Matteo Renzi a ‘Ballarò’. “Per stendere Renzi bisogna sparargli”, scrive il quotidiano. “Ho scelto una metafora di uso comune: attribuire al mio titolo il valore di una minaccia – spiega Vittorio Feltri – significa essere analfabeti”. “E poi – aggiunge all’ANSA – in un articolo non c’è solo il titolo: chi vuole capire meglio, legga il testo. E basta leggere il titolo per intero e i primi tre capoversi del pezzo per capire che Renzi è vittima del fuoco amico: ‘Nel Pd goffi tentativi per liberarsene’, è la sinistra che gli spara”.

“Fermo restando che ciascuno fa i titoli e gli articoli che vuole – dice Matteo Renzi dal treno del Pd – bisogna ricondurre tutto a ragione ed equilibrio. Quella di ‘Libero’ la considero una battuta fosse non troppo felice: ringrazio tutti per la solidarietà ma non mi sento minacciato da Vittorio Feltri. Non esagererei, non la vivo come una minaccia, è una delle provocazioni che a volte voi giornalisti fate. Per me non è un problema”.