Gragnano, Cimmino: sì a confronti solo se organizzati da associazioni

GRAGNANO – «Non ho difficoltà a confrontarmi con gli altri candidati, ma questo dibattito non so nemmeno da chi è stato organizzato. Non ho ricevuto inviti ufficiali da parte di soggetti titolati a promuovere iniziative pubbliche di questo genere come associazioni e comitati civici».

A dirlo è Paolo Cimmino, candidato sindaco di Gragnano sostenuto da sette liste civiche spiegando il suo «no» al faccia a faccia con gli altri candidati sindaco.

«Preferisco parlare coi cittadini della mia, della nostra idea di Gragnano – aggiunge – e continuare nella mia campagna di ascolto. Sto girando per la città, stringo la mano a uomini e donne, giovani e anziani e tutti hanno a cuore solo il bene della città e non i protagonismi personali – sottolinea –. E io sono d’accordo con loro».

«Le proposte di dibattito sono un contributo alla campagna elettorale quando nascono dall’esigenza di chiarire e illustrare i progetti per la città – conclude – e non dalla trovata di un singolo per creare bagarre».

Gragnano, 30 maggio 2016