I L MALTEMPO CONTINUA ANCORA ALLERTA METEO

Neve in arrivo sulle regioni nord occidentali, dal Piemonte alla Toscana, anche in pianura, con una perturbazione proveniente dall’Europa centrale che ha raggiunto l’Italia, determinando anche un deciso abbassamento delle temperature.

Liguria la Protezione Civile Regionale ha prorogato a domani l’allerta meteo per neve, in vigore dalle 12 di oggi, diramata da Arpal sulla base degli ultimi aggiornamenti meteo. L’allerta è stata modulata secondo l’intensità prevista di precipitazioni nevose. E’ in allerta giallo dalla mezzanotte fino alle 15 di domani tutta la zona del Ponente ligure compreso l’interno. Allerta giallo sui comuni costieri del genovesato, allerta arancione nei comuni alle spalle di Genova fino alle 15 di domani. Allerta gialla lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Stura così come nei comuni DELL’INTERNO dalla mezzanotte alle 15 di domani. Restano in allerta arancione la Valle Stura e l’entroterra savonese fino alla Val Bormida e le valli Scrivia, Aveto e Trebbia.

Freddo in Veneto, -16 gradi ad Asiago – E’ arrivato il freddo in Veneto con le temperature minime nelle aree alpine ben al di sotto della media, con -16 gradi ad Asiago, -13 a Sappada e -11 ad Arabba e Cortina. A Belluno -8. Ben più bassa, ma i meteorologi la indicano come una curiosità visto che si tratta di una conca in una sperduta area montana nel vicentino, la minima registrata a Dolina Campoluzzo, -33,9 gradi. Il record per quest’area era stato registrato il 3 gennaio 2009 con -40,3 gradi. A Passo Cimabanche (Belluno), la minima è stata di -20 gradi, mentre a Piana di Marcesina (Vicenza), altra zona nota per le minime da brivido, -20,7. In Marmolada, a 3.256 metri d’altitudine, -21,2 gradi. Le nevicate potrebbero manifestarsi nel tardo pomeriggio, specie nelle prealpi veronesi, ma non sono previsti al momento fenomeni intensi.

Allerta per vento e mare agitato in Emilia-Romagna – Forti venti orientali sulla costa con mare di conseguenza sarà agitato al largo. Per questo motivo la protezione civile dell’Emilia-Romagna ha diffuso dalla mezzanotte del 2 dicembre a quella successiva un’allerta arancione, cioé di livello medio, per lo stato del mare sulla coste ferrarese e romagnola. Allerta gialla per neve, invece, nelle zone centro-occidentali di pianura e montagna della regione: domani, sabato 2, sono previste deboli precipitazioni su tutta la regione, con neve anche in pianura.

Notte sotto zero per quasi tutta l’Umbria – Temperature sotto zero nella notte in quasi tutta l’Umbria. Fatta eccezione per alcune zone del lago Trasimeno. Stando ai dati del centro funzionale della Protezione civile, il comune più freddo è risultato Sellano con -5, a seguire la zona di Petrelle, Monteleone di Spoleto, Cascia e Gubbio con -4,5. A Norcia sono stati registrati -2,6 gradi.