Letteratura, a Sarno torna la rassegna ‘SettembreLibri’

Un mese di libri: dal 6 al 30 settembre incontri con gli autori, presentazioni di novità editoriali – nelle scuole, al Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno, a Palazzo San Francesco e negli spazi di Villa Lanzara-Del Balzo – ma anche mostre di artisti locali e nazionali, satira a fumetti e musica. Tutto quanto questo succede a Sarno nella quarta edizione di “SettembreLibri”, la rassegna di cultura e letteratura patrocinata dal Comune di Sarno e dalla Provincia di Salerno. Quattro i percorsi tematici che articolano il programma della manifestazione: territorio e autori campani; migranti e emigrazione; storia, territorio e legalità; “Dante 2.0”. Si comincia il 6 settembre con le poesie del ‘paesologo’ Franco Arminio dal suo nuovo libro “Cedi la strada agli alberi”; nella stessa settimana, la parola agli autori sarnesi con la raccolta di versi di Nicola Esposito, i romanzi di Giuseppe Crescenzo e di Antonio Sirica, il volume di storia locale di Alfonso Liguori Rossi, concludendo la prima settimana con un omaggio a Napoli, raccontata in giallo nel romanzo di Franco Salerno e nel viaggio storico letterario a Port’Alba di Mario Prisco.
Ai migranti di oggi e all’emigrazione sarnese degli anni passati sono dedicati gli appuntamenti della seconda settimana: “Il filo dei ricordi” è il titolo della mostra – di fotografie, di cimeli e di documenti storici – e del libro di Ferdinando Scarpati che si inaugura lunedì 11 settembre negli spazi espositivi di Villa Lanzara.
“Fumetti migranti” si intitola invece la raccolta di venti tavole illustrate inedite che disegnatori nazionali e stranieri hanno donato all’associazione “Nuova Officina” e che saranno presentate agli studenti delle scuole superiori di Sarno presso la galleria d’arte “Michelangelo”. Torna di nuovo l’ambientazione napoletana nella seconda settimana con il graphic novel di Daniela Pergreffi – che ha come protagonista il famoso e misterioso Raimondo di Sangro principe di Sansevero – e con l’ultimo romanzo di Vladimiro Bottone, “Il giardino degli inglesi”.
Storia, territorio e legalità: tra gli ospiti della terza settimana Isaia Sales, Elio D’Auria – curatore del carteggio epistolare di Giovanni Amendola dal 1926 al 1929 –  e Galante Teo Oliva. Nel weekend, al Museo Archeologico (Palazzo Capua), la poetessa Isabella Panfido e il pittore Emilio Isgrò per un libro d’artista ispirato ancora al tema dei migranti. Il 21 settembre, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alzheimer, verrà presentato il progetto di solidarietà “Ti leggo per l’Alzheimer”.
Ultima settimana all’insegna di Dante ‘contemporaneo’: con le riscritture per i più giovani della “Commedia” di Paolo Di Paolo e di padre Egidio Monzani e con le ‘avventure’ di Dante detective raccontate da Giulio Leoni. In contemporanea, laboratori didattici e letture animate ispirate al “Divino poeta” per gli alunni delle scuole primarie di Sarno. Di nuovo Napoli – ma anche Capri – per “La prima luce di Neruda”, il romanzo di Ruggero Cappuccio.
“SettembreLibri” termina sabato 30 settembre, giornata nazionale del Bibliopride: in quell’occasione si inaugurerà la nuova sede della biblioteca comunale di Sarno, a Villa Lanzara-Del Balzo. Nuovi ambienti, nuovi arredi e una mostra di libri tra i libri: “Piccoli e necessari. Storie di libri di piccolo formato”, raccolti e selezionati per l’occasione dall’editore-libraio Raimondo Di Maio e da Antonella Cristiani.