Napoli, Confapi jr: imprenditoria giovanile risposta a crisi

NAPOLI – «L’apertura da parte del Comune di Napoli di due sportelli per i giovani imprenditori è un’ottima notizia»

A dirlo è Raffaele Marrone, presidente del gruppo Giovani Confapi di Napoli.

«Il SELFIEmployment, il Fondo che finanzia con prestiti a tasso zero l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani tra i 18 e i 29 anni, che rientrino nella categoria NEET (Not in Education, Employment or Training) – prosegue Marrone – è un ulteriore strumento che le Istituzioni mettono a disposizione di una città che ha fame di lavoro ma che, al tempo stesso, non difetta di passione e creatività».

«Un giovane che coglie queste opportunità – prosegue – se opportunamente seguito e supportato può diventare un modello di successo per le generazioni successive. Oltre a sviluppare possibilità occupazionali a catena in un territorio dove, purtroppo, i giovani hanno enormi difficoltà a trovare un lavoro stabile».

«Napoli ha bisogno di imprenditori e di investitori – conclude Marrone – perché, ormai, l’era del “posto fisso” è tramontata. Se riusciremo a trasformare l’imprenditoria giovanile da alternativa a prima scelta di un ragazzo che voglia misurarsi sul mercato del lavoro, allora si spalancheranno le porte dello sviluppo e del benessere per una intera comunità».

 

%name Napoli, Confapi jr: imprenditoria giovanile risposta a crisipinit fg en rect gray 20 Napoli, Confapi jr: imprenditoria giovanile risposta a crisi