Oggi giornata nazionale degli alberi, abbracciarsi un albero e vita

OGGI è la giornata nazionale degli alberi, ma dopo gli incendi di questa estate che hanno distrutto 141mila ettari di bosco, una drammatica crescita del 316 % rispetto alla media degli ultimi nove anni, la festa diventa un’occasione di denuncia, di allarme.

“Ci vorranno almeno 15 anni – sottolinea la Coldiretti – per ricostruire le aree andate a fuoco con danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo per colpa della siccità, dall’incuria e dall’abbandono dei boschi divenuti facile preda dei piromani. Il fuoco divampa tra la vegetazione secca, piante e animali vengono uccisi, si perde in biodiversità oltre al fatto che la distruzione di ampie aree di bosco è la  distruzione dei polmoni verdi del Paese e concorrono ad assorbire l’anidride carbonica responsabile dei cambiamenti climatici”.

A lanciare l’allarme sulla situazione del verde nel nostro paese dove ogni anno vanno in fumo, per disattenzione e piromani, migliaia di ettari di bosco, sono Coldiretti e Legambiente che invita tutte le scuole a piantare nuovi alberi oggi all’insegna dello slogan “il futuro non si brucia!”.

La ong lancia anche, insieme al Consorzio servizi legno e sughero (Conlegno) la campagna “Per fare un albero ci vuole un hashtag”: ogni 50 post pubblicati il 21 novembre sui principali social utilizzando l’hashtag #unalberoè, Conlegno donerà un albero da piantare in zone particolarmente bisognose.

Tante le iniziative in giro per l’Italia. La Lipu (Lega italiana protezione uccelli) ha organizzato giornate di “Forestazione urbana” a Roma (alla Garbatella), in Sicilia, a Cuneo, Lecce, Rovigo e altre città. A Torino nelle scuole è previsto percorso di educazione ambientale fino ad aprile  L’obiettivo è quello di richiamare l’attenzione degli studenti sull’insostituibile valore degli alberi e dei boschi per il nostro pianeta. Attraverso materiale didattico, incontri e attività, Legambiente stimolerà la riflessione sui cambiamenti climatici, l’uso del suolo, il risparmio delle risorse e a conclusione del percorso verrà promosso il concorso fotografico “Il futuro non si brucia”.

Il Movimento 5 Stelle ha avviato un’iniziativa per piantare 23.661 alberi in 67 città italiane: “Una volta cresciuti questi alberi permetteranno di creare ossigeno per 69.152 esseri umani e assorbire 414 tonnellate di CO2”, si legge sul blog di Beppe Grillo.

Al ministero dell’Ambiente intanto oggi i terrà la terza edizione degli Stati Generali del Verde Pubblico. Ci saranno il Presidente della Commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci, il Comandante dei Carabinieri forestali, generale Antonio Ricciardi, il Presidente dell’Ispra, Stefano Laporta, e il Presidente del Comitato verde pubblico, Massimiliano Atelli.

La Coldiretti in occasione della Giornata ricorda che “è raddoppiata rispetto all’Unità d’Italia la superficie coperta da boschi, che oggi interessa 10,9 milioni di ettari”, ma le foreste “sono alla mercé dei piromani”. Secondo il presidente di Coldiretti, Roberto

Moncalvo, “per difendere il bosco italiano occorre creare le condizioni affinché si contrasti l’allontanamento dalle campagne e si valorizzino quelle funzioni di sorveglianza, manutenzione e gestione del territorio svolte dagli imprenditori agricoli”.