Raccolta fondi per gli sportelli antiviolenza dell’Asl Na1

NAPOLI – Una serata di beneficenza per finanziare gli sportelli anti-violenza dei reparti di pronto soccorso dell’Asl Na1 e per aiutare le donne a liberarsi della paura di denunciare. È l’iniziativa «Noi ci siamo 2017», promossa da «Confapi Napoli» e «Confapid – Imprenditorialità donna», con la collaborazione dell’Ordine degli psicologi della Campania, per venerdì 17 novembre, alle ore 21, presso la suggestiva Sala della Borsa della Camera di Commercio (Piazza Bovio).

«Siamo particolarmente orgogliose che quest’evento, completamente organizzato e supportato da aziende private di Napoli e provincia – ha sottolineato la vicepresidente Confapi Napoli, Antonella Giglio, nel corso della conferenza di presentazione di questa mattina – possa offrire un contributo alla lotta alla violenza sulle donne e all’affermazione del diritto alla denuncia. Troppe vittime vivono un indicibile dolore chiuse nel loro guscio di silenzio e disperazione perché non hanno il coraggio di ribellarsi e di raccontare l’inferno in cui sono costrette. Abbiamo deciso di sostenere con delle borse di studio, che saranno bandite con un’apposita gara indetta dall’Asl Na1, gli sportelli anti-violenza dei pronto soccorso cittadini per dare una testimonianza concreta di vicinanza».

«Siamo giunte alla seconda edizione di un appuntamento che sta trovando accoglienza e sostegno non solo tra i privati ma anche tra le Istituzioni – ha commentato invece la presidente di “ConfapiD – Imprenditorialità Donna”, Rossella Scarano –. L’impegno e la presenza di tutti, in queste occasioni, sono infatti condizioni irrinunciabili per dare maggiore forza al nostro messaggio di speranza e di rinascita. La violenza sulle donne e il femminicidio sono drammi di cui la cronaca purtroppo ci rende partecipi con frequenza quotidiana, la nostra iniziativa mira a dare sostegno alle situazioni già in essere. Un ulteriore nostro obiettivo dovrà essere quello di continuare a lavorare per modificare la cultura maschilista e sessista che trasversalmente permea la nostra società; infine il mio auspicio è che la cura e l’attenzione a questi temi vengano estese più in generale alla violenza di genere».

«Quando si discute di violenza di genere si sottolinea sempre che per contrastare questo fenomeno  è necessario unire le forze e attivare sinergie tra operatori, istituzioni e servizi – ha sottolineato Antonella Bozzaotra, presidente dell’Ordine degli psicologi della Campania –. Quello che stiamo raccontando oggi è uno dei modi piú efficaci per fare rete e per sviluppare una cultura del contrasto alla violenza di genere. Come Ordine, nel 2012, abbiamo stipulato con Confapi un protocollo d’intesa: questa iniziativa, dunque, non è un momento isolato, ma è il frutto di un percorso di collaborazione che abbiamo costruito insieme nel tempo, attraverso la condivisione di contenuti, riflessioni e obiettivi».

«La violenza sulle donne è un dramma di cui non si parla mai abbastanza – ha aggiunto il dg dell’Asl Na1, Mario Forlenza –. Sono grato per questo progetto e per l’impegno profuso da parte dei promotori e degli organizzatori. E sono particolarmente fiducioso che percorsi di collaborazione di questo tipo, tra imprenditorialità e pubblico, possano portare a risultati importanti».

La «charity evening» – patrocinata, tra gli altri, dalla Regione Campania, dalla Città Metropolitana e dal Comune di Napoli – ha visto già le adesioni di Veronica Maya, che condurrà la serata; Monica Sarnelli, Nino Lettieri, Alessio Visone, Michele Iodice e Denise Capezza.