Serata conclusiva del festival Napoli Cultural Classic 2016

NOLA (Na) – Si è tenuta in data 28 maggio 2016 presso il Seminario Vanvitelliano di Nola (Na) la serata conclusiva della XVI edizione del festival internazionale Napoli Cultural Classic, dedicato alle eccellenze della cultura in Italia e nel mondo. La suddetta associazione, composta dal Presidente avv. Carmine Ardolino, dai Consiglieri Anna Bruno, dagli avvocati Diodata Ardolino, Antonio Russo, Katiuscia Verlingieri e dal sign. Raffaele Napolitano, si occupa della diffusione dell’arte e della cultura, in particolare di teatro, musica, danza e arti figurative. Il festival, si è articolato in diverse serate: il 6 maggio presso la Sala dei Medaglioni del Palazzo Vescovile di Nola (Na), il 14 maggio presso le Basiliche Paleocristiane di Cimitile (Na) e il 21 maggio nella splendida cornice del Palazzo Ducale d’Aragona di Palma Campania (Na). La quarta e ultima serata del premio, è stata presentata dall’attrice Gigliola De Feo e Antonio Russo con la partecipazione straordinaria di Greta Pierotti (la fatina di RAI YOYO), sotto l’attenta regia dell’attore Andrea Fiorillo. La manifestazione si è aperta con un breve omaggio a Giorgio Albertazzi, noto attore scomparso proprio nella giornata del 28 maggio. Un encomio particolare merita Don Gennaro Romano, rettore del Seminario, che da eccellente padrone di casa, ha messo a disposizione il magnifico cortile della struttura. Di seguito, gli ospiti che sono stati premiati durante l’evento:

Prima premiazione, sezione giornalismo: Marco Frittella, noto giornalista di Rai 1, professore di Giornalismo Politico e Radiotelevisivo presso l’ Università degli Studi di Roma Tor Vergata, ed alla Scuola Superiore di Giornalismo di Perugia; Seconda premiazione, sezione imprenditoria: Giovanna D’Urso. Scrittrice di qualità, ha saputo reinventarsi in ruoli e vesti diverse, incarnando i panni di regista e sceneggiatrice per la televisione, arrivando a fondare lei stessa un’emittente televisiva via web; Terza premiazione, sezione cinema: Gigi e Ross per la commedia cinematografica “Troppo Napoletano”. I due, sono i presentatori di uno dei maggiori successi televisivi delle ultime stagioni della RAI: Made in Sud programma cult di Rai Due; Quarta premiazione, sezione scientifica internazionale: Dott. Luan Perzhita. E’ un ricercatore archeologico albanese, Direttore dell’Istituto Archeologico dell’Albania, ed ha partecipato a numerose mostre e convegni nel nostro Paese; Quinta premiazione, sezione musica: Sal Da Vinci. Ha saputo dare lustro ad un settore della musica, quella popolare partenopea, che con il suo apporto è arrivata a vette di qualità e di fruibilità prima difficilmente raggiunte; Sesta premiazione, miglior curatore di mostre internazionali: Zeng Yi. Grazie alla sua esperienza, Zeng Yi gode di una reputazione acclamato, nonché una indennità speciale del Consiglio di Stato della Cina. Attualmente ricopre diversi incarichi concomitanti come professore mandato, mentore di specializzazione in Shandong University of Art & Design, e curatore onorario del Museo d’Arte di Shandong University of Art and Design; Settima premiazione, sezione scultura: Helidon Xhixha. E’ un artista che non scolpisce la materia, ma trasforma la materia in scultura. Per la ricerca delle forme e la capacità di una vera creatività che si esprime con una immediata comunicazione; Ottava premiazione, sezione giuridica: Massimo Villone. Docente emerito di diritto costituzionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Federico II di Napoli. E’ stato titolare di cattedra per il diritto costitu­zio­na­­le nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Federico II di Na­po­­li, dal 1994 al 2006 senatore e componente della commissione Affari costitu­zio­­nali di cui è stato Presidente e Vicepresidente; Nona premiazione, sezione teatro: Gea Martire e Massimo Andrei. I due attori sono i protagonisti dello spettacolo teatrale “Non farmi ridere, sono una donna tragica”. Una pièce scritta e diretta da Massimo Andrei, sulle fasi dell’amore; Decima premiazione, sezione arti visive: la pittrice Patricia Glee Smith. Per essere riuscito a trasformare lo stile figurativo in chiave personale, originale e innovativa, avvalendosi di colori tanto forti e contrastanti quanto dolci e tenui per la creazione di quadri, di contenuto simbolico, che lasciano incantati; Undicesima premiazione, sezione carta stampata e arte: Dr. Ettore Mocchetti. Negli anni ’70 è stato direttore artistico del settimanale Epoca, e poi per 35 anni, ha diretto la rivista  internazionale di architettura e arredamento AD. Dal 2015 è chiamato alla direzione della storica rivista La Cucina Italiana, e dal febbraio 2016 è tornato alla direzione di AD mantenendo il ruolo di Editorial Advisor de La Cucina Italiana.  Docente presso l’Università di Firenze nel corso di Laurea in Cultura e Progettazione della Moda; Dodicesima premiazione, sezione scrittura: Pino Imperatore. Scrittore, giornalista, sceneggiatore, insegnante di scrittura umoristica, ha raggiunto il successo con due libri dedicati alle avventure tragicomiche di una famiglia camorrista, la famiglia Esposito; Tredicesima premiazione, musica d’autore: Francesco Forni e Ilaria Graziano. I due dopo aver ricevuto il premio, si sono esibiti; Quattordicesima premiazione, sezione Arti Visive Fotografia: Liang Yong. Il fotografo in questione è nato a Zibo, provincia dello Shandong nel mese di luglio 1961. Egli è il membro della Cina artistico Society Fotografia, fotografo freelance, e il direttore della Comunicazione della Shandong Eastern International Art Photography Association, e il direttore della fotografia a Galleria d’Arte Moderna Shandong Orientale; Quindicesima premiazione, sezione cinema carriera: Lando Buzzanca. E’ uno degli attori che hanno meglio interpretato nel corso degli anni i desideri e le caratteristiche del popolo italiano, passando dalle scene cinematografiche a quelle teatrali fino alla fiction televisiva con il trasformismo e la naturalezza che solo i grandi artisti sanno dimostrare, lasciando inalterate per il pubblico le doti di grande caratterista che da sempre lo contraddistinguono; Sedicesima premiazione, sezione cinema internazionale: Sean Liuxiao. Per le capacità interpretative e l’abilità di regia; per il fascino e l’originalità dei temi, che rendono la visione dei suoi film un’esperienza da ricordare; Diciassettesima premiazione, sezione cultura: Giorgio Pica e Giuliana Dall’Orto. Hanno saputo coniugare poesia e fotografia in un unicum che pochi hanno tentato prima, ottenendo, dalla fusione delle due arti, un risultato che sconfina nell’uno o nell’altro mondo, offrendo contaminazioni ed accostamenti che arricchiscono chi guarda le foto ed al tempo stesso ascolta le poesie; Diciottesima premiazione, sezione ambiente e territorio: il sindaco del comune di Pietrasanta (Lu), Massimo Mallegni. Per aver aperto percorsi di visibilità, promuovendo la programmazione culturale quale strumento di governo del territorio nella cultura, agevolando e fornendo la massima disponibilità dal punto di vista organizzativo e logistico. Capoluogo storico della Versilia, Pietrasanta è un importante centro di lavorazione del marmo e del bronzo che calamitano ogni anno artisti internazionali alla ricerca del materiale perfetto per le proprie opere; Diciannovesima premiazione, sezione musica cinematografica: “Nino Bruno e le 8 tracce”. Si tratta di un gruppo musicale importante, che ha cominciato il suo cammino alla fine degli anni ’80 percorrendo le strade del pop e del rock; Ventesima premiazione, sezione scientifica: Prof. Mario Fabbrocini. Parliamo di uno dei massimi esperti nel settore della Cardioangiochirurgia e Direttore del Dipartimento Cardiovascolare della Nuova Casa di Cura Città di Alessandria, con al suo attivo oltre 12000 interventi cardiochirurgia ed oltre 4000 di chirurgia vascolare.

Ha partecipato inoltre alla serata la nota cantante Linda D, cantautrice e compositrice molto creativa che dedica le sue energie a sostegno della lotta contro la violenza sulle donne.

Hanno sostenuto l’Associazione nella realizzazione di questo evento e degli altri eventi:

Giovanna Panico Ufficio Stile per la serata Teatro e moda sotto le stelle; Comune di Palma Campania; Team Antonio Elafie Group Photography; Proloco di Palma Campania e Associazione Gulliver per la serata Corto Cultural Classic 2016; l’avv. Enrico Mauro, il consigliere Roberto Borraccia, Grafico Quidesign; la Curia Vescovile di Nola e lo scultore Francesco Lieto, autore della statuina che rappresenta il premio. Erano inoltre presenti alla serata l’avv. Pasquale Piccolo, sindaco di Somma Vesuviana (Na) e l’assessore alla cultura del comune di Palma Campania (Na), la Dott.ssa Elvira Franzese. Ci auguriamo che l’iniziativa, di forte interesse interculturale, possa avere seguito nei prossimi anni.

Antonio Franzese