L’artista romano Lorenzo Pontani crea per Phoenix Publishing
“L’uomo che cadeva sempre”, cento variopinte e intense tavole dove si alternano immagini di re, cavalieri, creature alate e pesci volanti, castelli e un eroe: un omino bluastro senza testa. L’omino, senza una apparente ragione, precipita di continuo dal cielo e ogni volta deve fare l’impossibile per tornare sul suo piccolo pianeta, usurpatogli da Occhio Piumato. Tutte le volte che tenta di risalire, incappa in soggetti e paesaggi visionari. La sua missione ruota attorno allo scontro di due strambi personaggi: l’antico regnante di una valle, rimasto incastonato nella terra e il guerriero che ha imprigionato il sovrano, intento a ristabilire le sorti del reame.

Pontani è al suo esordio con questo volume autoconclusivo, ricco di spunti onirici e dalla trama complessa che, però, solletica l’intuizione del lettore. Le immagini sono coloratissime e sgargianti, con rimandi ad Adventure Time di Pendleton Ward e strizzatine d’occhio ai lavori del maestro Jacovitti. I pochi dialoghi hanno il potere di liberare la fantasia del lettore, e aprirgli la strada a vari piani interpretativi.

In questo caleidoscopio di colori, emerge il tratto deciso di una fiaba per tutte le età, dove non esistono buoni o cattivi, ma una storia avvincente da guardare più che da leggere.

5.jpg~868 KBVisualizza Download

3.jpg3.jpg~1012 KBVisualizza Download

2.jpg2.jpg~1,0 MBVisualizza Download

4.jpg4.jpg~1,1 MBVisualizza Download

L'Uomo che cadeva sempre COPERTINA color con logo.jpgL’Uomo che cadeva sempre COPERTINA color con logo.jpg

 

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com