Quotidiano di informazione campano

Tragedia al canile rifugio: ammazzamoglie e suocera, poi si toglie la vita

Cronaca radio piazza news

0

ROVIGO – Tragedia al canile rifugio provinciale di Fenil del Turco, coinvolta una famiglia. Un uomo, quarantenne albanese “Rino” Begu che vive a Boara Polesine, ha ucciso la moglie Rosica Montana, 31 anni, e la suocera Maria Ascarov, custode della struttura, entrambe moldave, ma da tempo in Italia, poi si è tolto la vita. Gravemente ferito il compagno della Ascarov, di nazionalità uzbeka. Maria Ascarov, che ha anche un figlio adolescente, faceva appunto la custode al rifugio fin all’apertura nel 2007, vivendo nella casa appositamente realizzata. Da un paio di mesi ospitava anche la figlia, che si era separata dal marito e aveva portato con sé i due figli piccoli, una femmina e un maschio di 2 e 11 anni. Ieri Begu era andato nella casetta accompagnato dai carabinieri, perché voleva vedere i due bambini, che lei non gli permetteva di visitare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.