Quotidiano di informazione campano

A FORIO IL PCIML HA GRIDATO FORTE IL SUO NO CONTRO GLI ABBATTIMENTI, CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE DELLE SPIAGGE LIBERE E PER L’ELIMINAZIONE DELLE STRISCE BLU

0

Si è tenuta a Forio l’annunciata manifestazione di protesta popolare indetta dal gruppo consiliare del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista contro la tragedia degli abbattimenti delle case di necessità, per dire no alla privatizzazione delle spiagge libere foriane e affinché scompaiano le famigerate strisce blu dalle strade del paese. Si è trattato di una manifestazione molto importante nonostante la non massiccia partecipazione dei cittadini. Infatti il corteo partito da Monterone e giunto sino al Municipio, è servito da parte dei dirigenti del PCIML e del Consigliere comunale Domenico Savio, ad informare e sensibilizzare la popolazione sulle novità politiche e amministrative che ci sono nel Comune all’ombra del Torrione. E, purtroppo, si tratta di novità tutte negative. A partire proprio dagli abbattimenti delle case di necessità per i quali l’Amministrazione Del Deo, ultimamente, ha chiesto un prestito di circa 500.000 euro alla Cassa Depositi e Presiti. Nel comizio tenuto a pochi passi dal Municipio, Domenico Savio ha chiaramente detto che il suo Partito non ha mai chiesto e mai chiederà un condono generalizzato, ma solo ed esclusivamente la regolamentazione dell’abusivismo di necessità. Il Consigliere comunale del PCIML ha anche sottolineato come l’Amministrazione in carica nell’ultimo consiglio comunale avrebbe voluto approvare un regolamento con cui si dava il là ad una privatizzazione “mascherata” delle spiagge libere foriane, tentativo che è stato scongiurato proprio grazie alla determinata battaglia di Savio il quale dapprima ha creato una frattura nella stessa maggioranza amministrativa e poi ha costretto gli uomini di Del Deo a ritirare la proposta di regolamento rimandandola all’esame della Commissione competente. Ma Savio, per restare in tema di arenili pubblici, ha anche chiesto con forza che dopo il prossimo 31 dicembre non venga più rinnovata la concessione con cui negli anni scorsi si è privatizzata parte della spiaggia libera della Chiaia. Savio, nel mentre parlava ai cittaini ha lamentato la mancata chiusura al traffico della piazza in cui si è tenuto il comizio disturbato dalle auto che continuavano a transitare in entrambi i sensi di marcia. Al termine del corteo una folta delegazione di cittadini è stata ricevuta dal sindaco Francesco Del Deo al quale Domenico Savio ha esposto le ragioni della protesta. Dopo un lungo confronto in cui ogni cittadino ha potuto esprimere la sua opinione, sul fronte abbattimenti il sindaco Del Deo ha garantito ai presenti il suo impegno ad unire i sindaci della Terraferma affinché insieme si possa spingere i partiti presenti in Parlamento a legiferare per salvaguardare le case di necessità dagli abbattimenti che purtroppo riprenderanno molto presto sull’isola d’Ischia. Inutile sottolineare che Domenico Savio e il PCIML continueranno a portare avanti la loro battaglia a difesa del diritto alla casa delle famiglie lavoratrici, contro la privatizzazione delle spiagge libere foriane e affinché scompaiano le famigerate strisce blu dalle strade del paese.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.