Quotidiano di informazione campano

A NOLA GRUPPI DI BATTENTI NEL GIORNO DI PASQUA 2016

0

P.Iannucci  Nola 13  Marzo 2Ogni anno, Nola nel giorno di Pasqua vive una tradizione popolare di fede profonda con la suggestiva e toccante processione dei Battenti. Nella serata del 27 Marzo 2016, il commovente rito di devozione alla Madonna dell’Arco si è svolto a Nola presso il cortile dell’abitazione di Via S.Luca n. 36 di Francesco Bussone, che da 20 anni rivolge il messaggio di fede alla Beata Vergine di S.Anastasia, confortato da alcune Associazioni di Battenti della Zona. Sono trascorsi 565 anni dal Primo Miracolo della Madonna dell’Arco e Lunedi 28 Marzo 2016, migliaia di devoti continuano a recarsi al Santuario di S.Anastasia. una Fede che non conosce crisi e si nutre della memoria sacrificale della passione, morte e Resurrezione di Gesù Cristo. Speranze umane di salvezza dell’anima e sanità del corpo trovano sollievo in questa forma religiosa che offre un senso di protezione, di sicurezza e di tutela dalle malattie, dai vizi, dalle difficoltà e dalla violenza del terrorismo. Il Delegato responsabile del Santuario della Madonna dell’Arco (Comprensorio Agro Nolano) Angelillo Giuseppe, insieme ai componenti  Enzo Femina e Luigi Miele hanno organizzato nella Domenica di Pasqua, l’incontro religioso antecedente al Lunedi d’Albis, giorno di partenza per il Santuario, presso la proprieta Bussone. Nell’occasione sono intervenuti il gruppo dei giovano Battenti di Cimitile guidati dal Presidente Felice Ferrara, la votiva squadra di Casalnuovo con 30 Bandiere e il gruppo scultoreo della statua della Madonna sorretta da una poderosa base decorata. I Gruppi dei Battenti, accompagnati dalla banda musicale, sono stati accolti dal devoto Francesco e dai fedeli presenti, che con fervore ed emozione, hanno assistito alla cerimonia religiosa. Per l’occasione è stata allestita un’edicola sulla parete dell’abitazione con il quadro della Madonna, opportunamente ornato da fiori, luci e decorazioni. Il rito sacro è iniziato con una solenne preghiera a cui ha fatto seguito la sfilata dei portatori votivi che al ritmo della musica sacra, hanno innalzato la propria bandiera con l’effige della Madonna. La cerimonia si è conclusa a tarda sera con i fuochi d’artificio, i saluti e l’applauso per ia partenza  e il pellegrinaggio per il Santuario di S.Anastasia.
                                                                                    Pasquale Iannucci

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.