Quotidiano di informazione campano

Acerra, concerto di Enrico Ruggeri nella città di Pulcinella

SAVERIO FALCO PER RADIO PIAZZA NEWS

0

Finale con i botti (in tutti i sensi!). Infatti, alle ore 19,00 il cielo acerrano si è illuminato dei magnifici colori dei fuochi d’artificio dello spettacolo piromusicale, ai quali ha fatto seguito, nella fredda serata di martedì 6 gennaio 2015, festività dell’Epifania, l’esibizione dell’ospite d’onore, il cantautore Enrico Ruggeri.

Sul palco, allestito in piazza castello, ai piedi del castello baronale sede del municipio, adornato per l’occasione con luminarie vivacemente policromate, l’artista milanese è salito accompagnato dagli strumentisti Fabrizio Palermo alle tastiere (già bassista e chitarrista per Anna Oxa e Marco Masini nonché autore di testi, tra i quali “Il prestigiatore” nell’album “Domani è un altro giorno” (1997) di E. Ruggeri) e alla chitarra da Luigi Schiavone (autore e arrangiatore di gran parte della produzione di Ruggeri; si ricordano i brani “Polvere” e “Quello che le donne non dicono”).

L’evento, gratuito, rientra nel programma della rassegna del progetto “Borghi e castelli in scena – Percorsi tra tradizione, arte e cultura”, promosso e finanziato con il patrocinio dalla regione Campania.

Il cantante ha proposto al copioso pubblico accorso per ascoltarlo un mix delle sue canzoni più celebri: dai successi del Festival di Sanremo “Si può dare di più” ( vincitrice nel 1987, con i colleghi Umberto Tozzi e Gianni Morandi) e “Primavera a Sarajevo” ( 5° posto nell’edizione del 2002) alle sigle dei programmi televisivi da lui condotti con le canzoni “Quante vite avrei voluto” (trasmissione “Il bivio – Cosa sarebbe successo se…” su Italia 1) e “Mistero” (titolo dell’omonima trasmissione televisiva da lui condotta su Italia 1 nella stagione 2009/2010).

Durante lo spettacolo della durata di circa 90 minuti, l’autore non ha fatto mancare i classici della sua carriera musicale: “Il portiere di notte”, “Contessa”, “Il mare d’inverno”, “Peter Pan” solo per citarne alcune.

Molto apprezzato anche il brano “ll natale dei ricordi”, testo in cui Ruggeri parla di come si trascorreva questa festa quando egli era un bambino, mostrando una certa nostalgia per quegli anni in cui la nascita di Gesù Bambino si attendeva in famiglia, tutti insieme con il vischio sulla porta, tovaglie rosse, luci di candela e la visita del prete, quando gli auguri si scambiavano con una telefonata e non con un messaggino su Whatsapp.

Significative anche la canzoni “L’onda”, contenuta nell’ultimo album “Frankenstein 2.0” (2014), testo impegnato, contro il perbenismo, il buonismo e il conformismo, dove l’onda simbolicamente rappresenta l’appiattimento intellettuale al pensiero ipocrita e perbenista e il tollerantismo di fondo che uccide la capacità critica e addormenta le menti, trasportate, appunto, dall’onda.

Intonate anche canzoni incentrate sulla tematica amorosa, come “Ti avrò”, “Prima del temporale”, “I dubbi dell’amore” e “Quello che le donne non dicono”, scritta per l’artista Fiorella Mannoia.

Durante il concerto Ruggeri ha voluto ricordare Pino Daniele, scomparso il giorno prima, stroncato da un arresto cardiaco fatale, con un minuto di raccoglimento in omaggio alla memoria del collega napoletano: “Io non ho avuto occasione di lavorare con lui”, – dice ‒ “ma ho avuto modo di apprezzare la sua intelligenza e la sua incredibile verve e quindi lo voglio ricordare così. So che voi gli volete bene più di quanto gliene voglia io, perciò mi fa piacere passare questa serata proprio qui in un momento così particolare”.

A conclusione della serata il vicesindaco Dott. Tito D’Errico, a nome di tutta l’amministrazione, ha fatto dono all’ospite di una statuetta raffigurante la maschera di Pulcinella, secondo la tradizione nata proprio in quel di Acerra.

SAVERIO FALCO

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.