Quotidiano di informazione campano

Acerra.Il sindaco Raffaele Lettieri con Tano Grasso, Silvana Fucito e le Forze dell’Ordine alla passeggiata antiracket e antiusura ad

0

Si è svolta questa mattina ad Acerra la passeggiata antiracket, organizzata dal coordinamento delle associazioni antiracket e antiusura, aderenti alla FAI (Federazione delle Associazioni Antiracket e Antiusura Italiane) e dal Comune di Acerra per rendere più visibile la propria presenza e attivare le più efficaci forme di contrasto al racket e allusura, ritenute forme di finanziamento alla criminalità che permette alle mafie di rafforzarsi e di spadroneggiare. I partecipanti alla manifestazione hanno passeggiato da piazza San Pietro a Corso Vittorio Emanuele, incontrando i commercianti della zona, parlando con loro e consegnando loro un volantino per spiegare le iniziative. Lobiettivo della manifestazione di oggi ad Acerra è creare un primo nucleo di operatori commerciali, intorno ai quali far nascere anche ad Acerra uno sportello dellAssociazione antiracket e antiusura.

Erano presenti tra gli altri, Tano Grasso, presidente onorario della Fondazione antiracket, Silvana Fucito, commerciante costantemente impegnata nella lotta al pizzo dettata dai clan della camorra e presidente dellAssociazione San Giovanni a Teduccio per la legalità, il Presidente delle associazioni antiracket e antiusura, aderenti alla Fai, di Pomigliano DArco Salvatore Cantone, il vicequestore Vincenzo Gioia del commissariato di Acerra, il Colonnello dei Carabinieri di Castello di Cesterna Francesco Gargano, il comandante della Polizia Municipale di Acerra, Dott. Felice DAndrea, il sindaco di Acerra Raffaele Lettieri, lassessore alla Tutela della Legalità Vincenzo Angelico, il rappresentante degli Scout Domenico Crispo, il presidente dellassociazione cattolica Antonio Pintauro. Da più di venti anni lassociazione Antiracket lavora per essere il modello più efficiente di tutela delle vittime di estorsione.

Tano Grasso, presidente della Fai ha dichiarato: «Siamo venuti ad Acerra con lobiettivo di far nascere lassociazione antiracket anche qui. E evidente che lassociazione non nasce con una passeggiata, ma questa serve per stabilire un contatto, per mandare un segnale. Poi, a poco a poco, bisognerà cogliere i frutti di questo segnale lanciato. Con il sindaco abbiamo concordato di individuare un nucleo ristretto di operatori economici attorno al quale fare nascere lassociazione antiracket e antiusura. E normale che quando si entra in un negozio mai nessuno ti dice io ho il problema del pizzo, non succederà mai. Questa è una materia delicata e si parla in maniera riservata. Oggi ad Acerra, però, ho colto qualche segnale positivo di qualche commerciante e questo segnale mi fa pensare positivamente». Soddisfatta anche Silvana Fucito: «Da qui partiamo per dare una speranza ed una testimonianza antiracket. Ai commercianti che abbiamo incontrato abbiamo dato il senso dellantiracket e dellantiusura. Abbiamo detto loro che le Forze dellOrdine ci sono e sono con loro». Il primo cittadino Lettieri ha accompagnano le forze dellordine, con Tano Grasso e Silvana Fucito nella passeggiata antiracket dichiarando: «Abbiamo cominciato a trattare esplicitamente questa materia, certamente non si risolve il problema del racket e dellusura con una passeggiata ma la parte più sensibile della città deve giocare la propria parte. E questa una prima breccia in questo muro. Da qui si parte per costruire anche ad Acerra lassociazione antiracket e antiusura. Presto raccoglieremo i germogli della speranza che oggi abbiamo piantato. Ringrazio i partecipanti alla manifestazione ed i tanti commercianti che ci hanno accolto questa mattina, ai quali però rivolgo lappello di collaborare sempre con le Forze dellOrdine».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.