Quotidiano di informazione campano

Acerra, un altro caso di Coronavirus in città, proveniva da una struttura di cura. 15 le persone positive, 2 i guariti, mentre si annuncia una nuova stretta sui controlli in città. Il Sindaco Lettieri: c’è chi rispetta le regole ma non possiamo permetterci comportamenti irresponsabili ora.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Aggiornamento sui dati dei contagi nella città di Acerra: il dipartimento di prevenzione dell’Asl Napoli 2 Nord ha comunicato un nuovo caso positivo al Coronavirus residente ad Acerra,  pertanto, le persone che sono positive in città salgono a 15, mentre il numero dei guariti rimane di 2. Anche quest’ultimo caso positivo proviene da una struttura di cura. A tutti loro ed ai loro familiari gli auguri di buona guarigione dell’intera Comunità e del Sindaco Raffaele Lettieri.

In considerazione del Ordinanza sindacale n. 31, che in via precauzionale, ha disposto su tutto il territorio comunale la chiusura domenicale e nei giorni festivi di tutti gli esercizi commerciali attualmente autorizzati, per il prossimo fine settimana è stata disposta una nuova stretta sui controlli per il rispetto dei limiti agli spostamenti in città, a causa dell’emergenza del coronavirus, da parte della Polizia municipale .

Il Sindaco Raffaele Lettieri ripetendo nuovamente l’appello alla cittadinanza a rimanere a casa, annuncia: “Nel fine settimana proseguiranno i controlli a tappeto anche perché gli esercizi commerciali domenica sono chiusi e quindi non ci sono motivi per uscire di casa. Dobbiamo continuare su questa strada perché il distanziamento sociale è l’unica cura, l’unica soluzione che può portare i suoi frutti. Se la situazione è sotto controllo in città è anche perché la maggior parte dei cittadini sta facendo la propria parte e rispetta le regole. Purtroppo, alcune delle persone che risultano positive al covid-19 provengono da ambienti di cura, non possiamo permetterci comportamenti irresponsabili. Purtroppo a causa di alcuni che ancora non lo hanno capito che devono stare a casa, dobbiamo incrementare i controlli. La rigorosità che stiamo chiedendo serve a limitare i contagi, evitare di diventare zona rossa, circostanza che senz’altro farà ritardare ancora di più la ripresa ed il recupero economico per la città”.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.