Quotidiano di informazione campano

Acerra, venerdì 20 febbraio, ore 10,30, presso la Sala dei Conti del Castello Baronale saranno illustrate le attività dello Sportello Antiracket e Antiusura ed i progetti rivolti agli alunni delle scuole, ai docenti e alle famiglie

comunicato stampa. -per piazza radio news

0

Saranno presentate venerdì 20 febbraio, alle ore 10,30, presso la Sala dei Conti del Castello Baronale di Acerra le attività dello Sportello di primo ascolto per la prevenzione e contrasto ai reati di usura ed estorsione (Legge 11/04 Regione Campania) del Comune di Acerra. L’Amministrazione comunale ha elaborato un percorso per l’avvio delle attività dello sportello per l’assistenza alle vittime del racket e dell’usura e per la prevenzione da sovra indebitamento e per la promozione della denuncia. Per la realizzazione di queste attività il Comune si avvarrà del partenariato del Coordinamento delle “Associazioni antiracket e antiusura campane”.Alla presentazione interverranno S.E. Mons. Antonio Di Donna, Vescovo di Acerra, Francesca Niola dell’Associazione “Libera” Acerra, Vincenzo Montano, presidente dell’Associazione Antiracket di Acerra, Giuseppe Gargano, Dirigente IV Direzione Comune di Acerra, Roberto De Falco, psicologo e coordinatore Sportello Antiracket Acerra, Andrea Davanzo, Avvocato, Esperto legale dello Sportello, Salvatore Cantone, Dirigente FAI (Federazione delle associazioni antiracket e antiusura Italiane), Franco Malvano, Commissario Antiracket e Antiusura della Regione Campania, Raffaele Lettieri, Sindaco di Acerra. Sono stati invitati, inoltre, anche esponenti delle Forze dell’Ordine.In occasione della presentazione di venerdì 20 febbraio, il responsabile dello Sportello illustrerà anche i progetti rivolti agli alunni delle scuole del territorio “Uso consapevole del danaro”, e gli incontri con i docenti e i genitori sulle dinamiche di coinvolgimento e di gestione del disagio psico-sociale e giuridico legale per contrastare il fenomeno di usura, racket e sovraindebitamento con l’obiettivo di diffondere in ambito locale la cultura della legalità e della solidarietà, ed in particolar modo di coinvolgere i cittadini sulle problematiche che riguardano il racket e l’usura.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.