Quotidiano di informazione campano

AI MICROFONI DI RADIO ANTENNA CAMPANIA LA NOSTRA AMICA NOLANA“ Veronica Mazza ”Scenari di Casamarciano

Casamarciano, Veronica Mazza ci ha deliziato con un teatro cabarettistico al Festival Nazionale del teatro - VII edizione – Complesso Badiale di Santa Maria del Plesco 

0

POTETE TROVARE INTERVISTE, DIRETTE E VIDEO SULLE NOSTRE PAGINE FACEBOOK E YOUTUBE

https://www.youtube.com/channel/UC1r0vRQBezkU-dk57EhDAjQ

https://www.facebook.com/www.radioantennacampania.it/notifications/

https://www.facebook.com/radioantennacampanianmaacap/notifications/

https://www.facebook.com/www.lagazzettacampana.it/

Casamarciano. Uno degli appuntamenti più apprezzati dal pubblico; quella parte  che segue gli eventi culturali e che apprezza la cultura nelle sue variegate forme. Il Festival del teatro di Casamarciano è anche luogo ben definito; suggestiva location dove, in uno spazio aperto, si tengono le rappresentazioni. Alcuni elementi architettonici costruttivi, testimoni dell’ avvenuto storico, danno un tocco di mistero e incantesimo. In platea la presenza del sindaco di Casamarciano, Andrea Manzi, dell’assessore agli Eventi, Angelo Piscitelli e altre autorità Amministrative locali. Come consuetudine, dopo l’introduzione di saluto al pubblico  della presentatrice Daniela Troisi, vi è stata la proposizione scenica della serata, la quinta secondo programma da cartellone. Notevole consenso di pubblico per “ Ambarabà ciccì cocò la mia vita sul comò” uno spettacolo di Veronica Mazza per la regia di Peppe Miale. Sul palcoscenico il ritorno di Veronica Mazza, attrice che si è particolarmente distinta anche a livello nazionale,  proveniente dalla vicina Nola; il ritorno perché la scorsa edizione del Festival di Casamarciano la medesima Veronica rivestiva il ruolo di  direttore artistico. Un orchestra su di un lato e la riproduzione di un camerino dall’altro. Altri attori in scena che danno un valido contributo a quello che, in effetti è un monologo e un dialogo costante con il pubblico che diviene esso stesso elemento recitativo, parte integrante della scena.   Prima dello spettacolo vi  è stato, come introduzione allo spettacolo,  la proiezione di un filmato: si tratta di un intervento comico- ironico della protagonista, in una nota trasmissione televisiva, che seppur in chiave spassosa, puntava a sottolineare il mondo virtuale dei social e, specificamente, di Facebook.  Si legge su un opuscolo introduttivo e pubblicitario del Festival: “ lo spettacolo ha come ingredienti principali la comicità e la musica e racconta, tramite i luoghi e divertenti dialoghi dell’attrice con il pubblico, quanto il ruolo e la funzione della donna sia cambiato negli ultimi decenni: sulla nota della Swing – band degli spaghetti Brothers. Veronica Mazza racconta come le donne, che una volta dovevano solo essere mamme e casalinghe, siano diventate multitasking e devono far i conti con l’amore, la famiglia, il lavoro e le relazioni con gli altri. Un compito difficile a volte stressante, ma la tempo stesso entusiasmante, di cui Veronica Mazza parla sottolineando i pro, i contro e soprattutto i dettagli più divertenti. In scena c’è stata anche la cantante Italo – Brasiliana Italia Vagna che con intermezzi musicali di qualità ha scandito il ritmo della recitazione.”  Alla chiusura di un ipotetico e invisibile  sipario il gran finale sulle note di una nota canzone di Alvaro Soler.

A.R.  &  M.N.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.