Quotidiano di informazione campano

Al via l’attività di tirocinio formativo e di orientamento degli alunni

per radio piazza news

0

E’ iniziata questa mattina l’attività di stage didattico e formativo di alcuni studenti dell’ultimo anno del Liceo delle scienze umane “B. Munari” di Acerra presso il Comune di Acerra.  Si tratta di un periodo alternato tra lezioni e corsi a scuola e attività formativa didattica presso il Comune per circa 40 alunni delle classi V A e B della scuola superiore che, guidati dai docenti e dai coordinatori di progetto, collaboreranno con gli operatori comunali sulle tematiche “violenza di genere”, “anziani” e “tutela dei minori”. L’attività di stage, coerente con il curriculum di studi dei ragazzi, è preparata e sarà successivamente rielaborata in ambito scolastico al fine di garantire lo sviluppo di competenze orientative e il sostegno nei processi di scelta e di decisione consapevole nell’elaborazione dei propri percorsi formativi o professionali.L’attività programmata è iniziata oggi con un incontro che ha coinvolto tutti gli alunni, i docenti con i coordinatori di progetto, il dirigente del Servizio Dott. Giuseppe Gargano, l’Assessore alla pubblica istruzione, Enzo Falco e il Sindaco Raffaele Lettieri. Il primo cittadino di Acerra ha sottolineato ai partecipanti l’importanza di questa esperienza all’interno del Comune: «Lo scopo è costruire insieme un’azione di accompagnamento e orientamento al lavoro a cui ne seguiranno altre, già in fase di programmazione, sempre nella stessa logica e con le stesse finalità, con un riscontro anche da parte degli alunni del Liceo verso i tutor. Nei prossimi incontri ci attendiamo dei giudizi, agli alunni forniremo delle spiegazioni, potremo dare loro risposte in merito ai bisogni dei cittadini e ai servizi offerti alla comunità». L’Assessore Enzo Falco ha invece spiegato: «Oggi noi amministratori firmiamo un contratto da educatori con tutti voi. Questa sinergia tra enti e istituzioni, tra mondo della scuola e Comune, fa crescere buoni cittadini». Le professoresse Maria D’Acunto, Antonio Parente e la coordinatrice Grazia Caniello hanno fornito maggiori particolari: «Il Liceo sta cercando di inserire nel curriculum formativo di questi alunni anche delle esperienze di stage. Riteniamo che sia un segmento imprescindibile per la formazione dei nostri ragazzi, in particolare di quelle che studiano le scienze umane. E’ necessario che gli studenti acquisiscano strumenti adeguati per conoscere la realtà e che si riesca a coniugare scuola e territorio».Positivo il giudizio degli alunni coinvolti nel primo incontro, Maria Giaccio e Annarita Loffredo della VA, Martina Pezzella e Maddalena Caporale della VB, hanno spiegato: «Ci aspettavamo delle descrizioni tecniche e fredde, e invece siamo state coinvolte pienamente, anche dagli aspetti più umani di questo servizio. Ci hanno fatto capire come affrontano i problemi, è stato interessante soprattutto per quanto riguarda gli aspetti di orientamento per il nostro futuro. Vivendo e conoscendo il Comune dall’interno si può anche comprendere come sia diverso, da quello che a volte a torto si percepisce fuori, il lavoro svolto qui».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.