Quotidiano di informazione campano

Allerta Meteo Calabria ARPACAL per Mercoledì 12 Agosto 2015

Che tempo fa oggi radio piazza news

0

Allerta Meteo Calabria: l’ARPACAL emana il comunicato ufficiale per Mercoledì 12 Agosto 2015

Ancora un’allerta meteo per le prossime ore sulla Calabria dopo l’avviso emanato in pre-allarme per oggi Martedì 11 e le prime ore di domani 12 Agosto. In particolare nel pre – allarme si parlava di possibili frane e allagamenti in zone a rischio con smottamenti e inondazioni; il messaggio è stato trasmesso stamattina da Albino Mollo, ovvero il funzionario della Sala operativa regionale che opera nella Protezione Civile ed era valido per le successive 24-36 ore, tanto che stamane è stato pubblicato anche un nostro breve bollettino meteo.

Tutto ciò è causato da una perturbazione atlantica che si è portata nella fase di cut – off, ovvero di chiusura ciclonica delle correnti d’aria, provocando una diminuzione delle temperature in quota e scompenso termodinamico lungo la verticale; tutto ciò provoca forte instabilità atmosferica, incentivata dalla particolare morfologia della Calabria che permette l’impatto delle correnti umide e forte intensificazione dei fenomeni temporaleschi.

Il Centro Funzionale Multirischi della Calabria (ARPACAL)  spiega che la regione presenta un’allerta meteo arancione (moderata) diffusa ma rossa (alto rischio) sui settori ionici, in particolare da Sibari, passando per Crotone fino aCatanzaro: sullo Ionio, quindi, il rischio è alto ed è sia idrogeologico localizzato sia idraulico. 

Maggiori informazioni per le previsioni orarie ora per ora nelle seguenti pagine

METEO REGGIO DI CALABRIA | CATANZARO | CROTONE | COSENZA |VIBO VALENTIA

Nello specifico per quanto riguarda l’allerta arancione a livello 2, l’ARPACAL spiega che “nelle aree a rischio di frana e/o a rischio di inondazione e in particolare in quelle classificate dal PAI (aree a rischio di inondazione, aree di attenzione, [ … ] ) sono attese precipitazioni che potrebbero determinare fenomeni di dissesto diffusi e di intensità da media ad elevata. Fenomeni di questo tipo possono costituire pericolo per la incolumità delle persone che si trovano nelle aree a rischio.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.