Quotidiano di informazione campano

ALLERTA METEO, QUANDO SULL’ISOLA D’ISCHIA LE RAFFICHE DI VENTO FANNO PIU’ PAURA RISPETTO AD ALTRE LOCALITA’ PER LA PRESENZA DÌ PINI MALATI, SECCHI E A POTENZIALE RISCHIO CROLLO.

A partire dalle ore 20.00 di questa sera e per le prossime 24 ore, su tutto il territorio regionale sono previsti venti forti settentrionali con possibili raffiche. Recitava pressappoco così il bollettino meteo diramato nel pomeriggio di ieri dalla Protezione Civile regionale che ha indotto il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, a chiudere scuole e parchi. E mai come questa volta la previsione è stata perfettamente azzeccata. Infatti da stanotte il vento forte, con costante continuità, non accenna a diminuire. Sull’isola d’Ischia, ancor più che in altre città e località, il vento forte fa più paura a causa della presenza nelle piazze e sulle strade isolane di alberi di grosso fusto e, in modo particolare, di possenti pini spesso indeboliti da malattie come la marchellina ellenica o completamente secchi e per questo a potenziale rischio crollo. E penso ai pini presenti sulla Borbonica tra Forio e Lacco Ameno, a Fiaiano, lungo tutte le strade comunali ed ex provinciali isolane, nelle pinete come quella del Bosco della Maddalena e quella di Fiaiano e, in modo particolare, a quelli che si trovano nel centro cittadino del Comune di Ischia. Lungo via Alfredo De Luca, via Sogliuzzo, via Michele Mazzella nei pressi della scuola media “Giovanni Scotti” e quelli piantati tutt’intorno al palazzetto dello Sport “Federica Taglialatela” di cui da tempo, come Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, ne chiediamo una capillare verifica statica. Fortunatamente a seguito delle continue denunce politiche e giornalistiche del PCIM-L guidato dal Segretario generale Domenico Savio, alcuni pini secchi e a potenziale rischio crollo sono stati rimossi nel  parcheggio di Fondobosso, nella pineta degli Atleti e in via Leonardo Mazzella, ma è stato fatto ancora quasi nulla rispetto alla situazione di moria di pini verificatasi su tutto il territorio a causa dell’insensibilità politica dell’attuale e delle passate amministrazioni comunali le quali, nonostante le nostre incessanti sollecitazioni, non hanno provveduto a curarli adeguatamente per evitarne la morte. Il PCIM-L, unica forza politica di opposizione del paese nonostante non presente in Consiglio comunale, continuerà a sollecitare l’amministrazione comunale di Ischia e tutti gli altri sindaci isolani a mettere in sicurezza strade e pinete da alberi a potenziale rischio crollo. Affinché in giornate così ventose non si debba stare in apprensione più del dovuto.

di Gennaro Savio

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.