E’ il 346° giorno dell’anno, 50ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 120 giorni.

A Roma il sole sorge alle 07:37 e tramonta alle 17:00 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 08:02 e tramonta alle 17:01 (ora solare)
Luna: 9.01 (tram.) 18.59 (lev.)

Santi del giorno: Santa Giovanna Francesca di Chantal (Religiosa)
San Corentino di Quimper (Vescovo)
San Valerico (Abate)

Etimologia: Giovanna, maschile di Giovanni, deriva dall’ebraico Yehohanan, composto da Yoh o Yah che è l’abbrevazione di Yahweh o Geova (nome proprio di Dio nella tradizione ebraica) e da hanan che significa “ebbe misericordia”, ossia letteralmente “Dio ha avuto misericordia” o anche “dono del Signore”. In passato veniva imposto ad una figlia attesa e desiderata da tanto tempo e nata quando ormai si erano perse le speranze. Celebre fu Giovanna D’Arco, l’eroina che guidò l’esercito francese contro gli inglesi durante la guerra dei cent’anni. Giovanna è tra i 10 nomi femminili più diffusi tra la popolazione adulta italiana, mentre non appare tra i primi 50 nomi più usati per le nuove nate degli ultimi anni

Proverbio del giorno:
Pane finché dura, ma il vino a misura

Aforisma del giorno:
L’uomo saggio si costruisce più opportunità di quante ne ha trovate. (Bacone)

Accadde Oggi:

1969 – Strage di piazza Fontana (51 anni fa): In un venerdì uggioso di dicembre, Milano vive le ultime ore lavorative della settimana. Alla Banca Nazionale dell’Agricoltura di piazza Fontana la chiusura è stata posticipata di mezz’ora, come solitamente avviene in occasione della borsa-mercato degli operatori dell’agricoltura. Nell’edificio sono presenti in sessanta, tra personale e utenti, diversi seduti intorno al tavolo ottagonale sito al centro della sala principale. Sotto quel tavolo, poco prima, una mano assassina ha nascosto una borsa nera con dentro 7 chili di gelignite (un potente esplosivo utilizzato nelle cave) e un timer impostato sulle 16.37. All’ora esatta un boato scuote la città e una pioggia di schegge di vetro investe decine di passanti. Dentro la banca si materializza l’inferno: al posto del tavolo si è aperta una voragine e tutto intorno è un insieme confuso di marmi, vetri, documenti e corpi straziati. Muoiono sul colpo dodici persone a cui, nelle ore successive, se ne aggiungeranno altre cinque, mentre sono 86 i feriti.

Sei nato oggi? I nati il 12 dicembre pongono fortemente l’accento sul proprio aspetto fisico, sul modo in cui si muove e, in generale, su tutto ciò che fanno con il corpo. Con questo non si vuole affermare che essi non pongano alcuna attenzione alla sfera mentale e spirituale; è solo che sono decisamente affascinati dai diversi atteggiamenti che il corpo può assumere; anzi, la loro specialità può a volte essere addirittura quella di leggere il linguaggio del corpo delle altre persone e riuscire a disporre di una sorta di finestra attraverso cui vedere lo stesso emotivo o psicologico di qualsiasi individuo con il quale si trovino ad integrare.

Celebrità nate in questo giorno:

1915 – Frank Sinatra (105 anni fa): Leggi The Voice e il pensiero corre subito a lui, a quella che per molti è stata la voce più bella del secolo scorso e a quegli “occhi azzurri” che hanno ammaliato milioni di spettatori al cinema.

1863 – Edvard Munch (157 anni fa): Noto come l’esistenzialista dei fiordi, con la sua pittura anticipò gli aspetti peculiari dell’espressionismo, di cui è considerato il padre.

1970 – Jennifer Connelly (50 anni fa): Attrice di fascino ed eleganza, passata in poco tempo dagli spot televisivi agli studi di Hollywood.

1969 – Fiona May (51 anni fa): Di origine britannica, atleta e poi attrice, è nata a Slough (nel Berkshire, Inghilterra). Ha ottenuto il passaporto italiano dopo il matrimonio con l’astista azzurro Gianni Iapichino.

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com