Quotidiano di informazione campano

Almanacco Dell’11 Marzo 2021

A CURA DI RADIO ANTENNA CAMPANIA

Almanacco dell’11 marzo 2021

E’ il 71° giorno dell’anno, 10ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 295 giorni.

A Roma il sole sorge alle 06:28 e tramonta alle 18:12 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 06:42 e tramonta alle 18:23 (ora solare)
Luna: 5.56 (lev.) 16.09 (tram.)

Santi del giorno: San Costantino (Re e Martire)
Santa Rosina di Wenglingen (Vergine, Martire)
San Pionio (o Pione) di Smirne (Martire)
San Sofronio di Gerusalemme (Patriarca)
San Vindiciano di Cambrai-Arras (Vescovo)
Sant’Oengus il Culdeo
Sant’Eutimio di Sardi (Vescovo e Martire)
Santi Trofimo e Tallo (Martiri di Laodicea di Frigia)

Etimologia: Costantino, deriva dal personale latino “Constantinus”, attestato solo in epoca imperiale e che ha origine dal participio presente latino “costans-costantis” che significa “tenace, fermo”. Dopo Costantino il Grande, colui che per primo appose la Croce cristiana sui vessilli imperiali, si diffuse rapidamente tra i cristiani.

Proverbio del giorno:
Chi nel marzo non pota la sua vigna, perde la vendemmia.

Aforisma del giorno:
Le buone parole valgono molto e costano poco. (George Herbert)

Accadde Oggi:

2011 – Disastro di Fukushima (10 anni fa): Un’immane catastrofe si scatena dal profondo del mare e mette in ginocchio il popolo nipponico. Il rischio di contaminazione atomica getta un’ombra pesante sul futuro della terza potenza economica del mondo e mette in discussione le scelte energetiche di tutti i Paesi.

1818 – Mary Shelly pubblica “Frankenstein” (203 anni fa): «Fu in una tetra notte di novembre che vidi il compimento delle mie fatiche. Con un’ansia simile all’angoscia radunai gli strumenti con i quali avrei trasmesso la scintilla della vita alla cosa inanimata che giaceva ai miei piedi.» È il momento culminante dello straordinario esperimento condotto dallo scienziato protagonista del romanzo Frankenstein, o il moderno Prometeo, che l’autrice Mary Shelley pubblicò in forma anonima l’11 marzo del 1818, a Londra.

Sei nato oggi? Hai una natura segnata da una spiccata sensibilità che non ti impedisce però di godere a fondo di tutte le gioie della vita. Consideri il lavoro come una inevitabile seccatura, ti impegni moderatamente e non ti importa nulla dei risultati. Dai invece grande importanza all’amore, ma dovrai imparare a mitigare i tuoi entusiasmi e a scegliere con oculatezza i tuoi partners. Solo così eviterai di farti abbagliare da persone che non ti meritano e incontrerai chi saprà ripagarti della tua infinità bontà e generosità.

Celebrità nate in questo giorno:

1544 – Torquato Tasso (477 anni fa): Massimo esponente della corrente letteraria del Manierismo e figura tipica del poeta cortigiano, fu uno dei maggiori autori del Cinquecento. Nato a Sorrento, in provincia di Napoli, e morto a Roma.

1933 – Sandra Milo (88 anni fa): Protagonista al cinema e in TV nel ventennio ’60-’80, è stata una delle attrici più avvenenti, amata da registi e non solo. Nata a Tunisi da padre siciliano.

1921 – Astor Piazzolla (100 anni fa): Innovatore del tango argentino, è stato uno dei più valenti musicisti del Novecento. Argentino di Mar del Plata, ma di famiglia italiana, s’impose sulla scena musicale, contaminando la tradizione del tango con le sonorità tipiche del jazz. Una scelta che da un lato lo portò a collaborare con illustri artisti del proprio tempo (su tutti il jazzista Gerry Mulligan), dall’altro lo rese oggetto di pesanti critiche da parte dei puristi del celebre ballo sudamericano.

1931 – Rupert Murdoch (90 anni fa): Magnate delle telecomunicazioni, è uno degli uomini più ricchi e influenti del pianeta, noto come “lo squalo” per la sua intensa attività di compravendita dalla carta stampata al cinema, passando per la TV.

Scomparsi oggi:

1955 – Alexander Fleming (66 anni fa): Nato a Lochfield, nella regione scozzese dello Ayrshire Orientale, viene ricordato come una delle figure più eminenti della storia della medicina. La scoperta della penicillina, condotta in qualità di medico, biologo e farmacologo, contribuì a salvare milioni di vite.

1908 – Edmondo De Amicis (113 anni fa): Il narratore per eccellenza dell’Italia risorgimentale. Così viene ricordato Edmondo De Amicis nei libri di storia e nei manuali di letteratura italiana, che ne esaltano l’attività di scrittore.

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.