Quotidiano di informazione campano

Altra giornata di lotta per i licenziati e cassaintegrati Fiat

0

La giornata è iniziata con un presidio sotto la sede della Cisl di Napoli per rivendicare il salario pieno e ribadire come mentre i casseintegrati vivono con 700 euro al mese e gli operai sono costretti a schiattare sulle catene di montaggio i sindacati confederali Cgil, Cisl, Uil incassano più di 177 milioni di euro al mese.

Non bastano gli utili miliardari della Fiat sulle spalle degli operai ai quali si continuano a chiedere tagli e sacrifici mentre si distruggono tutti i diritti dei lavoratori con l’assenso e il consenso dei confederali.

Il presidio ha visto la partecipazione di studenti e disoccupati, in continuità con il Primo Maggio di Lotta a Bagnoli. Infatti abbiamo voluto dare un segnale concreto di unità con gli altri lavoratori colpiti dalla crisi: alla notizia del fermo di un lavoratore che oggi era al presidio dell’Astir che si stava svolgendo a pochi metri, il presidio dei cassaintegrati e licenziati Fiat, insieme a studenti e disoccupati, ha portato la propria solidarietà a Via Verdi – sotto il Comune di Napoli unificando le due mobilitazioni.

Una volta unificatosi i due presidi, un nuovo corteo ha raggiunto la Questura di Napoli per richiedere la liberazione del compagno lavoratore Salvatore.

Questa è solo l’ennesima giornata di lotta che precede l’appuntamento di domani fuori lo stabilimento di Pomigliano d’Arco dove nuovamente il Comitato Cassaintegrati e Licenziati Fiat, insieme a tutti i compagni che da tempo stanno conducendo insieme la lotta, saranno in presidio-assemblea fuori gli ingressi della fabbrica.

La fiat nel 2011 ha chiuso con 240 miloni di euro di dividendi da spartirsi
con gli azionisti, Marchionne guadagna oltre gli 8 milioni, Elkann 5.5 milioni e 5 milioni Montezemolo. Gli operai, i cassintegrati, i Iicenziati metteranno in campo tutte le idonee iniziative di lotta per dimostrare che i soldi ci sono e una parte di questi vada a chi ne ha più bisogno.
 PER RADIO PIAZZA NOLA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.