Quotidiano di informazione campano

Nola, rubrica medica del sabato a cura di Tony “MICROCITEMIA”

0

Ciao Tony siamo una coppia di Caserta T.E.G. DA POCO TEMPO ABBIAMO SCOPERTO  che  IO E LA MIA COMPAGNA  FACENDO GLI ESAMI GRAZIE AI TUOI CONSIGLI  siamo microcitemici  ti mando gli esami e i nostri veri nomi, adesso   cosa dobbiamo fare rispondici. Grazie per la fiducia  vi spiego subito e senza paura  cose la MICROCITEMIA. E’  con questo termine ci si riferisce ad alterazioni genetiche dei globuli rossi. ne esistono diverse forme;  per la  beta talassemia, nota anche come anemia mediterranea. L’emoglobina è una proteina che si trova all’interno globulo rosso ed è indispensabile per il trasporto dell’ossigeno. È costituita da quattro catene: due catene alfa, codificate da 2 geni (4 alleli) sul cromosoma 16. due catene beta codificate da 2 geni (4 alleli) sul cromosoma 11.La talassemia beta è una malattia autosomica recessiva, che può presentarsi con diversi livelli di gravità, a seconda del genotipo. La forma major è molto grave e richiede regolari trasfusioni. La forma intermedia è grave ma non richiede trasfusioni regolari. Infine, la forma MINOR è asintomatica, si presenta negli eterozigoti e presenta alterazioni delle emazie (globuli rossi) che sono ipocromiche  e microcitiche.  Ritengo che questo sia il caso vostro  Cari T .E G. Entrambi sieti eterozigoti (lo indico con Aa) e presenta la microcitemia. A  il 25% dei figli sarà sano il 25% dei figli sarà omozigote e presenterà la forma grave della malattia il 50% dei figli sarà eterozigote come i genitori. Quindi: la probabilità che una figlia (o figlio, la percentuale non cambia)  Ma oggi non ce’ da preocuparssi.  Auguri a questa coppia che ci ha scritto e  anche a
Saverio,  che vuole complimentarsi con me e sapere cosa fare ,Ciao T0ny complimenti per le tue spiegazioni molto chiare. A questo proposito ti chiedo: puoi spiegarmi perche’ io e mia sorella abbiamo la talassemia minor, mentre altri due nostri due fratelli no.    Caro amico Saverio  forse  e da poco tempo che segui questa  rubrica io lo gia’ scritto piu’ volte ,che nelle famiglie non tutti sono affetti di questa patologia  e come tutte le altre patologia ereditarie in famiglia capita,sempre  chi si e avvolte anche i nipoti ma non devi per niente preoccuparti perche ‘ la talassemia minor non e’ niente,pero  quando ti devi sposare la tua ragazza deve farsi gli analisi, a volte anche con i genitori portatori della talassemia nessuno dei figli ce la. Mentre molto spesso capita che non sene accorgono  i medici  di famiglia o   non lo domandano mai  ai pazienti  o addirittura non lo percepiscono neanche alcuni analisti, vi  ripeto sempre IO non sono un medico .Allora ti spiego CARO  AMICO il perche’ io scrivo  questa rubrica del sabato. ti ricordo che io  sono il Direttore di questa testata giornalistica  e di radio antenna campania,  altri colleghi giornalisti ne parlano  ogni mille anni , io invece ne parlo ogni sabato, tantissimi anni fa, circa 50 io mene accorsi che avevo la microcitemia .l’analista era di Napoli io  mi feci spiegare cosa era e che dovevo fare  perche’ sono stato sempre un salutista.ma    da quel giorno ancora piu’. Subito  mi recai a Napoli  con mezza famiglia CON ME,  per controllare bene di cosa si trattava e cosi ci dissero si AVETE  LA TALASSEMIA MINOR ,MA  l’unico fu mio fratello  piu’ grande di me che non ha mai creduto a nessuno ,non voleva vedere mai i medici gli piaceva al contrario di me mangiare, bere,e fumare, ed e stato cosi  fino  70 anni  di eta’ non gli avevano mai diagnosticata la microcitemia e non usciva  negli analisi io insistevo sempre.  cosi abbiamo scoperto che anche lui era microcitemico  forsse un po tardi. E Io dico sempre  prevenire meglio che curare,  io   anche da  piccolo  ero fissato delle malattie essendo cresciuto in casa con un   papa   infermiere e tutti i giorni ci diceva come fare per scongiurare le malattie infettive,essendo lui  infermiere che  lavorava nel ospedale antitubercolare di Nola. per questo vi raccomando di stare attenti non bere alcolici, non fumare, e non mangiare troppo, ogni eta ‘ il suo vitto  ok fatelo anche VOI CARI LETTORI, E’  per  questo che io   sono ancora qui, grazie a Dio e a voi  tutti  che mi seguite, ciao a sabato prossimo con la stessa rubrica medica, un saluto a tutti quelli che mi seguono anche dall’estero Tony

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.