Quotidiano di informazione campano

Ancona condanna due ergastoli per il17enne che fu sgozzato nel 2015

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Esclusa la premeditazione ma riconosciuta l’aggravante della crudeltà e sevizie per l’accusa di concorso in omicidio volontario. La Corte d’assise d’appello di Ancona ha confermato l’ergastolo per Igli Meta e ha applicato la stessa pena per Marjo Mema condannato in primo grado a 28 anni e quattro mesi. L’accusa è di aver sgozzato il 19 luglio 2015 Ismaele Lulli, 17enne di Sant’Angelo in Vado (Pesaro Urbino) per una relazione con la fidanzata di Meta. Quest’ultimo convinse la ragazza a mandare a Ismaele un messaggio per attirarlo a un appuntamento a cui si presentarono lui e Mema (la madre di quest’ultimo ha accusato un malore dopo il verdetto).
Ismaele venne legato a una croce a San Martino in Selva di Sant’Angelo in Vado, accoltellato e sgozzato. Gli imputati, di origine albanese, hanno negato di aver sferrato la coltellata fatale. Quasi certo il ricorso in Cassazione delle difese. “Non posso dire di essere felice – ha detto Debora Lulli, madre di Ismaele – ma almeno mio figlio riposerà in pace”.Cronaca radio piazza news

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.