Quotidiano di informazione campano

Angelo Pisani: Su questione Rom si affermi la legalità, ma no a censure come no a razzismo

Lo dichiara l’avvocato Angelo Pisani, presidente del Municipio di Scampia napoli nord, intervenendo sulla querelle relativa alla pagina Facebook di Matteo Salvini, cancellata (e poi ripristinata) dopo che il segretario della Lega Nord aveva usato la parola “zingari” prevista dal vocabolario per definire i Rom.

0

Angelo Pisani: Su questione Rom si affermi la legalità, ma no a censure come no a razzismo, anche l’Europa vieta campi abusivi ed illegalità «Ciò che ci divide e ci distingue profondamente da Matteo Salvini è la nostra battaglia di sempre contro qualsiasi forma di razzismo e all’insegna di legalità e decoro ».

Lo dichiara l’avvocato Angelo Pisani, presidente del Municipio di Scampia napoli nord, intervenendo sulla querelle relativa alla pagina Facebook di Matteo Salvini, cancellata (e poi ripristinata) dopo che il segretario della Lega Nord aveva usato la parola “zingari” prevista dal vocabolario per definire i Rom.

«E’ di tutta evidenza – sottolinea Pisani – che usare il termine “zingaro”, presente nel dizionario italiano, non costituisce alcun tipo di offesa e noi tutto dobbiamo combattere qualsiasi forma di razzismo ma non censurare il linguaggio quando non offende e non genera violenza . Ma il polverone sorto intorno a questa vicenda tende in qualche modo ad oscurare un tema di importanza ben maggiore, che invece non deve esser strumentalizzato e sottovalutato , vale a dire il confine tra razzismo di stampo leghista e le giuste ragioni di chi, senza alcun istinto xenofobo, chiede invece il rispetto della legalità da parte di tutti, specialmente se ha il dovere istituzionale, come il sottoscritto, di tutelare la salute pubblica».

Scendendo ancor più nei dettagli, il presidente Pisani poi aggiunge: «la drammatica condizione igienico sanitaria in cui versano i campi Rom, vietati anche dalla tanto invocata Europa, a Scampia come altrove, prim’ancora di essere un’emergenza umanitaria per le famiglie nomadi che vi risiedono, rappresenta soprattutto un grave rischio per tutti gli abitanti di quei quartieri, esposti notte e giorno ad esalazioni di fumi tossici da bracieri in cui viene arso di tutto, e costretti a vivere su un suolo fortemente contaminato dalla mancanza di servizi fognari all’interno degli accampamenti, senza contare il ripetersi di rapine in danno della popolazione, o gli allacciamenti abusivi di acqua e luce, oppure il ritrovamento nei campi Rom di auto di lusso o dei proventi di recenti scorribande criminali».

«Non c’è alcun bisogno di evocare Salvini e la Lega Nord – va giù duro Pisani – per dichiarare che l’inerzia istituzionale, rispetto a simili situazioni, è una gravissima responsabilità politica, che va indicata ai cittadini e duramente sanzionata nelle sedi opportune anche per evitare speculazioni e sprechi di soldi pubblici . Ciò detto – conclude il presidente di Scampia – così come ribadiamo il nostro fermo NO a qualsiasi razzismo, con la stessa forza affermiamo la nostra netta contrarietà ad ogni forma di censura, comprese quelle sui social network».

Inviato da Antonio GRILLETTO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.