Quotidiano di informazione campano

Aria fresca da EST a disturbare il dominio dell’alta pressione

IL METEO DELLA GAZZETTA CAMPANA

Dietro il fronte freddo ormai sui Balcani, ma che coinvolge ancora marginalmente le nostre regioni adriatiche, affluirà aria progressivamente più fresca da est, che manterrà le temperature su valori gradevoli, anche frizzanti nel primo mattino nel corso della prossima settimana. Non mancherà un po’ di instabilità.

SITUAZIONE: una zona di alta pressione riesce ad imporsi tra il centro Europa ed il Mediterraneo centrale, ma lungo il suo bordo orientale affluisce aria fresca sia da est al suolo che da nord in quota, determinando un certo calo termico e una moderata ed intermittente instabilità.

Al momento il fronte freddo transitato sabato sera al nord, eludendo la sorveglianza anticiclonica, si trova sui Balcani ma con la sua coda riesce ad interessare marginalmente l’estremo nord-est e il medio Adriatico, producendo qualche rovescio in viaggio tra Marche ed Abruzzo, ma destinato a “spegnersi” con il passare delle ore. Al suo seguito però ecco l’aria fresca annunciata, come si vede in questa mappa termica a 1500m prevista per le 17 di oggi:

EVOLUZIONE: il modello americano per l’inizio della settimana vede la corrente da nord-est, relativamente fresca ma anche piuttosto secca, rinnovare la sua influenza sull’Italia. Per lunedì 25 scorge dell’instabilità proprio sul Lazio, mentre valuta come trascurabile quella che potrebbe realizzarsi altrove, ecco la mappa che mette in evidenza quanto esposto:

IN SEGUITO: da martedì 26 a giovedì 28 si rinnoverà l’afflusso fresco da est, che raggiungerà il suo culmine mercoledì 27, quando le temperature lungo il versante adriatico a 1500m scenderanno anche sotto i 10°C, ma il cedimento strutturale dell’anticiclone in quota si concretizzerà maggiormente da giovedì 28, quando l’instabilità diverrà più diffusa ed estesa, in movimento da nord a sud:

DA NOTARE: tra venerdì 29 e domenica 31 maggio il cedimento di tutta la struttura anticiclonica favorirà una generale instabilità sulla Penisola con fenomeni soprattutto sui rilievi, ma possibili anche sulle zone pianeggianti adiacenti.

PEGGIORAMENTO: per i primi giorni di giugno atteso l’arrivo di un vortice depressionario con moderato maltempo al nord e al centro, ovviamente da confermare, ma sempre più probabile stante l’insistenza modellistica.

OGGI: al nord cielo velato, poi parzialmente nuvoloso a partire da est, per l’ingresso di venti di Bora che abbasseranno di qualche grado le temperature massime. Non sono comunque previste precipitazioni, salvo isolati piovaschi a ridosso dei rilievi.

Al centro passaggi nuvolosi irregolari, prevalentemente concentrati sulle Marche e l’Abruzzo, dove saranno possibili brevi rovesci, ma con tendenza a miglioramento. L’ingresso dei venti di Grecale recherà però nuvolosità bassa e qualche grado in meno in Adriatico.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.