La finale del premio nazionale di cabaret “Carlo Taranto” città di Nola, si terrà  sabato 6 giugno 2015 alle ore 20.00 presso il Parco Urbano Archeologico di Nola – di fronte Opson Caffè). Il progetto del forum 3° settore agro nolano – bilancio partecipativo 2014, assessorato beni culturali del comune di Nola – si è sviluppato da ottobre 2014 a giugno 2015 e consta di due importanti momenti: La scuola di interpretazione e il premio di cabaret. Entrambi si avvalgono della direzione artistica di Corrado Taranto.

Presidente di Giuria della finale del 6 giugno prossimo, sarà Enzo Fischetti, il “professore” della trasmissione di Rai 2, Made in Sud.

 La direzione del Premio ha organizzato quattro spettacoli aperti al pubblico da dicembre 2014 al 06 giugno 2015 in cui vari cabarettisti si sono messi alla prova per vincere il “Premio Cabaret Città di Nola Carlo Taranto” che è organizzato come un campionato nazionale annuale a punti. Ogni spettacolo ha avuto come location un sito storico culturale della città, con stand sociali, culturali, artistici che ne hanno fatto da cornice. Il Progetto si prefigge di diventare una manifestazione nazionale periodica – annuale –  che dia uno sviluppo turistico, culturale ed economico alla Città di Nola e possa partecipare a varie mostre nazionali di promozione territoriale e turistica.

La Scuola ha organizzato, poi, degli incontri settimanali di lezioni aperte al pubblico ogni martedì per il valore educativo e formativo di un’attività teatrale che potenzia le capacità espressive mediante l’uso della voce e del corpo, che migliora le relazioni sociali mediante il lavoro su un progetto comune e che sviluppa le capacità critiche di ogni singolo individuo.

Parte dall’esperienza della Commedia dell’Arte come base storica del teatro italiano; passa attraverso il teatro partenopeo per contribuire alla conoscenza e alla salvaguardia del nostro patrimonio culturale, per poi sfociare nelle esperienze teatrali moderne e di scambio interculturale e generazionale, passando per il cabaret e la clowneria.

CLASSIFICA AGGIORNATA ALLA III TAPPA:

  • Contro Senso

2) Elmo & Scipio 
3) Francesco Casagrande 
4) Alfonso Scibelli 
5) Gaetano Salomone 
6) Sasotto Forte 
7) Ciro Petrazzuolo 
8) Francesco De Bonis

Il Parco Urbano Archeologico di Nola, location della finale del Premio Nazionale di Cabaret “Carlo Taranto” Città di Nola, è un sito di straordinario pregio storico ed archeologico. Nel corso dei lavori di realizzazione di ciò che in origine era stato immaginato come un parcheggio sotterraneo, sovrastato da uno spazio verde, sono spuntati, infatti, gli antichi resti della cinta muraria che delimitava la città all’epoca del vice regno spagnolo. Ma non solo. In fase di approfondimento delle risultanze archeologiche rinvenute, sono anche emersi resti di epoca romana, a testimonianza del ricco e stratificato giacimento culturale di cui Nola è custode. Tracce della storia di una città da sempre crocevia culturale del territorio regionale e che con questo Premio vuole continuare ad esserlo nel presente e nel futuro della Campania.

 Mauro Romano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio