Quotidiano di informazione campano

Azienda in stretto contatto con la Farnesina che segue il caso

0

(AGI) – Roma, 6 apr. – Sarebbe un giornalista della Rai e tre free lance i quattro sequestrati nel nord della Siria. Lo apprende l’AGI. Il giornalista del servizio pubblico lavorerebbe per lo piu’ per le reti, in particolare per programmi di approfondimento.Circolano con sempre maggiore insistenza, anche in ambienti giornalistici, i nomi dei quattro italiani sequestrati – o trattenuti – nel nord della Siria ad opera di un gruppo armato che resta al momento non meglio individuato. A quanto apprende l’AGI si tratterebbe di Amedeo Ricucci, giornalista Rai in forza alle reti, e in particolare impegnato nella realizzazione di servizi per il programma ‘La Storia Siamo Noi’ di Rai3 e del canale tematico; quindi di Andrea Vignali, Elio Colavolpe e della italo-siriana Susan Dabous.
  La Farnesina segue “sin dai primi momenti” gli sviluppi della vicenda e l’Unita’ di crisi “si e’ immediatamente attivata ed e’ in contatto con i familiari”. La Farnesina precisa anche che “occorre mantenere il massimo riserbo” sulla vicenda e che “l’incolumita’ dei connazionali resta la priorita’ assoluta”. La Rai e’ in “costante contatto con l’unita’ di crisi della Farnesina” in merito alla vicenda del giornalista del servizio pubblico impegnato nella realizzazione di un reportage in Siria e sequestrato con altre tre persone nel nord del Paese arabo.
  A dare notizia di questi contatti e’ la stessa Rai che in una nota “chiede la massima collaborazione e il massimo riserbo per garantire l’incolumita’ del collega”. (AGI) .PER RADIO PIAZZA ITALIA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.