Domenica 5 ottobre, in occasione della festività di S. Francesco d’Assisi, si terrà a Castellammare, nello spazio antistante la Cattedrale (cd. “Canesta”), la tradizionale “Benedizione degli Animali”, che ormai si svolge da 25 anni a cura dell’Associazione A.D.D.A.

L’apertura degli stands avverrà alle ore 10. I volontari saranno a disposizione del pubblico per informare e sensibilizzare i cittadini sulle varie problematiche legate agli animali e sul significato delle battaglie che l’ADDA conduce da oltre 25 anni in difesa degli animali abbandonati, maltrattati e perseguitati. In questi ultimi tempi si sono moltiplicate le denunce all’ADDA da parte di persone sensibili che segnalano episodi di inaudita violenza nei confronti degli animali e l’aumento molto preoccupante di giovanissimi (ragazzi di 12-17 anni circa) che possiedono cani di razza pit-bull e simili, che vengono picchiati con violenza per indurli all’obbedienza.

E’ per questo che si rende necessaria una capillare opera di sensibilizzazione.

Alle 12.30 il Parroco della Chiesa di San Vincenzo Padre Bonaventura, dopo la recita della “Preghiera per gli animali abbandonati” e dopo aver invitato i presenti ad un maggior rispetto per tutti gli esseri viventi, che pure sono “Creature di Dio”, impartirà la Benedizione a tutti gli animali presenti.

Sarà il momento più suggestivo della manifestazione: cani, gatti, uccelli, pesci, criceti, scoiattoli, tartarughe e coniglietti saranno sollevati verso l’alto fra le braccia dei loro accompagnatori per ricevere la Benedizione.

Nel corso della manifestazione, i rappresentanti dell’ADDA esprimeranno tutto il loro rammarico e il loro dissenso sull’operato dell’attuale Amministrazione comunale, che il 9 ottobre, ignorando tutti gli appelli e i richiami dell’ADDA ma anche del Ministero della Salute e dell’Assocanili, farà deportare i cani attualmente ospitati presso la struttura Green Park di Torre del Greco presso un sito in Brusciano, di cui non è stato accertato il possesso di nessun requisito, anche il più elementare e ovvio, per lo svolgimento del servizio i cura e custodia degli animali, di cui molti vecchi e malati, e a cui non è stata richiesta la prestazione di alcuna cauzione fideiussoria.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com