Quotidiano di informazione campano

Benessere intestinale: perché è importante e come ritrovarlo

0

Quando funziona bene abbiamo una marcia in più, ma quando qualcosa non va ce ne accorgiamo subito: stiamo parlando dell’intestino, un organo così importante da essere definito il nostro “secondo cervello”. Al suo interno avvengono la digestione e l’assorbimento dei cibi, ma anche un’importante funzione immunitaria e molte funzioni metaboliche. Il suo equilibrio è molto delicato e dipende da svariati fattori, riconducibili soprattutto al nostro stile di vita.

Alimentazione sregolata ricca di zuccheri, grassi e bevande alcoliche, uso eccessivo di farmaci e sedentarietà sono fattori di rischio che mettono a dura prova il nostro intestino, così come lo stress: ormai è assodato che lo stato psicologico gioca un ruolo determinante sullo stato di salute.

Ma quando dobbiamo preoccuparci di un’alterata funzionalità dell’intestino? Se i disturbi sono saltuari possono dipendere da uno squilibrio temporaneo della microflora batterica, ma se situazioni come stitichezza, gonfiore o diarrea tendono a ripetersi nel tempo, meglio correre ai ripari, si rischia una grave alterazione della microflora e lo scatenarsi di processi infiammatori che aprono la strada a condizioni come obesità e sindrome dell’intestino irritabile.

UNA dieta che contrasti i malesseri intestinali o li prevenga senza rinunciare al piacere della tavola.SALUTE  SAPERE E MEGLIO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.