Quotidiano di informazione campano

Berlusconi, “con Casini si vince”. Renzi, “io non ho bisogno di Pier”

0

Roma, 4 feb. – “Non ho bisogno di Casini. Se siamo credibili prendiamo in voto in piu’ degli altri. Certo, se per farci paura basta uno starnuto di Casini, allora ‘Houston abbiamo un problema’”. Parola di Matteo. “In questi giorni non ho condiviso gli attacchi a Pierferdinando Casini, il cui ritorno nell’area dei moderati e’ da sempre stato da me auspicato e del quale non posso che esserne lieto, ritenendo che anche il suo movimento potra’ offrire un reale contributo alla vittoria del Centrodestra”. Assicura Silvio. I contraenti del patto del Nazareno si dividono sul rientro in scena in grande stile del leader Udc.
  “Siamo il Pd, noi. Non basta piu’ essere contro Berlusconi.
  Dobbiamo salvare l’Italia e cambiarla a 360 gradi”, spiega allora il segretartio Pd. “Se vogliamo il bipolarismo – continua – non mi stupisce che Casini stia di la’. Anzi, io assegno all’Italicum la forza di aver salvato questo principio.
  E ha messo a tacere i cantori della prima repubblica”.

Renzi spinge su riforme e lavora ad allargamento squadra Pd (Leggi)

Non che anche in casa FI manchino i malpancisti. “Casini e’ il politico piu’ sopravvalutato della storia italiana. E’ un bluff”, dice per esempio Daniela Santanche’. Ma ecco la nota con la quale Silvio Berlusconi mette nero su bianco la pace ritrovata con l’esponente centrista.
  “Da molto tempo mi si attribuiscono posizioni ed indicazioni che quotidianamente influenzerebbero la linea dei giornali dell’area di Centrodestra. Mai sono intervenuto ne’ sulle decisioni editoriali, ne’ su singole vicende rispettando appieno la liberta’ dei giornalisti e dei direttori”, premette il Cavaliere prima di chiarire che la smentita della situazione, e la conseguente correzione di rotta per il resto del partito, riguarda proprio il ‘ritorno’ a casa di Casini.
  Ad ogni modo, Roberto Maroni accoglie la novita’ con riserva: o il leader dell’Udc e’ disposto a un’alleanza attorno a un “progetto comune” o “stia lontano”, afferma il governatore leghista

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.