Quotidiano di informazione campano

Berlusconi, torno in politica prima di sei anni

0

Silvio Berlusconi annuncia che tornerà “molto prima di sei anni in Parlamento perché la sentenza che ha dato il via a tutto ciò sarà presto dichiarata ingiusta ed annullata”. E, alla domanda se abbia intenzione di ricandidarsi afferma: “Vedremo, l’importante è che la sentenza venga dichiarata per quello che è: infondata”.  

“Mia figlia – prosegue, parlando con l’Agenzia Vista del possibile ingresso in politica di Marina – farà quello che le sembrerà giusto fare: io le sconsiglierò sempre di cambiare quello che sta facendo molto bene ora. In generale –  continua – l’eredità che penso di lasciare a chi prenderà il mio posto spero sia quella di trasformare la maggioranza numerica dei moderati in maggioranza politica per arrivare a cambiare l’assetto istituzionale del Paese”.

Alle Europee un risultato del “20% sarebbe un miracolo, appena un punto sotto quello delle elezioni 2013 quando Alfano era ancora con noi. Ma io punto a superare il 25%. Io in televisione non vado mai quindi già il 20% sarebbe un buon risultato” aggiunge.

“La sinistra non credo avrà la maggioranza. Gli italiani sanno che votando la sinistra votano Shulz e gli uomini di Grillo saranno ininfluenti. Dalle elezioni mi aspetto di poter mandare in Europa un nucleo importante di nostri parlamentari molto capaci e soprattutto di indirizzare e condizionare le decisioni del Ppe che è maggioranza nel Parlamento. Nessun altro partito può fare alcunché in Europa”, conclude.

“Il progetto sul Senato portato avanti da Renzi per certi versi è uguale al nostro, ma hanno presentato una riforma assolutamente inaccettabile. Noi abbiamo votato un odg che indica molti punti assolutamente diversi dal testo base del governo. Abbiamo anche votato il testo base, ma sappiamo bene che i testi base sono fatti per essere stravolti dalle commissioni”.

Le accuse di Giovanni Toti ai Pm
“La magistratura interviene troppo spesso in campagna elettorale” con accuse pesanti che “spero vengano provate, altrimenti sarebbe una indebita intromissione nel dibattito politico”. Lo afferma il consigliere politico di Forza Italia Giovanni Toti a “L’intervista” di Maria Latella su SkyTg24.

E sull’Ezpo dice: “Non so quali siano i contorni dell’inchiesta, né quanto la ‘ndrangheta abbia le mani sull’Expo. I magistrati facciano bene il loro lavoro, la politica da parte sua deve mettere in sicurezza l’Expo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.