Quotidiano di informazione campano

Biancamaria Sparano detta Bianca candidata al Consiglio Comunale di Napoli nella lista Gaetano Manfredi Sindaco

«E' tempo di costruire il futuro» (Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella)

–          Al primo punto del programma elettorale di Biancamaria Sparano c’è la necessità di rendere Napoli una Città inclusiva e accessibile che metta al primo posto i più giovani, valorizzando spazi quali asili nido, spazi di incontro e di gioco e realizzando interventi a sostegno dell’infanzia disagiata (attività di doposcuola, musica, sport, visite guidate nei luoghi d’arte ecc.).In quest’ambito particolare attenzione andrà riservata allo sport come potente strumento di inclusione e recupero sociale, il che implicherà la ricognizione degli impianti sportivi diffusi sul territorio, il ripristino e l’accurata manutenzione degli stessi, l’apertura di nuovi centri sportivi laddove dovessero mancare.

–          Una Città degli immigrati, che li sostenga e accompagni su un percorso di inclusione sociale. In quest’ambito particolare attenzione andrà riservata all’etnia Rom che nel territorio metropolitano di Napoli vive attualmente in condizioni di marginalizzazione ed estremo degrado

–          Una Città dei più fragili (bambini, anziani, ammalati, portatori di handicap): lotta al dissesto stradale e al parcheggio selvaggio, agevolazioni per trasporti su mezzi pubblici e taxi, servizi sociali in aiuto alle famiglie (baby-sitting, spesa a domicilio, disbrigo pratiche, compagnia ecc.).

–          Una Città della legalità: il rispetto delle regole e il ripristino di una cultura della legalità a tutti i livelli (parcheggi abusivi, raccolta “indifferenziata” e roghi tossici, “tavolini selvaggi” e “movida”, abusivismo edilizio e criminalità organizzata ecc…).

La Napoli pensata dall’avvocato Sparano è una Città VIVIBILE e CREATIVA: funzionale dal punto di vista dei trasporti, pulita, verde. Una Napoli ecologica, con particolare attenzione alle coste ed al litorale.

–          Indispensabile la promozione della cultura, tramite il rilancio delle Biblioteche di Quartiere, delle librerie e dell’editoria locale; apertura a 360° verso ogni tipo di iniziativa (cinema, teatro, musica, esposizioni, “performances”, letture pubbliche) purché presente in tutti i quartieri e accessibile a tutti gratuitamente o con prezzi “calmierati” incoraggiando il volontariato dei giovani;

–          La Città delle “radici” e dei “rami”: ripensamento in termini di alta cultura e di maggiore attualità delle feste tradizionali legate alla religione (S. Gennaro, Carmine, Piedigrotta, Presepi ecc…); questioni toponomastiche, valorizzazione di siti di interesse turistico (chiese, palazzi, strade ecc.); gemellaggi, scambi culturali, cittadinanze onorarie e così via.

–          La Città che si cura: rapporto fra Comuni e medici di base per la diffusione di una cultura della salute e per la prevenzione e l’orientamento dei pazienti, rapporto fra Comuni e farmacie per l’integrazione del servizio sanitario e magari il riutilizzo di confezioni di farmaci restituite integre, snellimento degli “iter” burocratici, domiciliazione di alcune prestazioni, agevolazioni, sconti e convenzioni per l’utilizzo di mezzi pubblici edi taxi e per l’accesso a eventi di pubblico interesse da parte di utenti che appartengano alle categorie fragili, convenzioni con altri Comuni, Regioni e Stati per le cure fuori sede in ingresso e in uscita ( in passato piccoli cardiopatici palestinesi sono stati operati dal prof.. Carlo Vosa a Napoli).

Insomma voglio ascoltare gli “esclusi” e far valere le loro ragioni nei luoghi di decisione pubblica (o politica)

Biancamaria Sparano detta Bianca

                                        Simbolo Manfredi Sindaco.jpg

Biancamaria Sparano.jpgBiancamaria Sparano.jpg~113 KBVisualizza Download

Simbolo Manfredi Sindaco.jpgSimbolo Manfredi Sindaco.jpg~36 KBVisualizza Download

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.