Quotidiano di informazione campano

Bimba di 3 anni muore azzannata dal suo cane a Roma

E’ accaduto a Fiano Romano. Il cane, un pastore tedesco, l’ha morsa sul collo, rompendole la trachea. Poi, sulle braccia e sulla testa. Trasportata d’urgenza in ospedale non c’è stato nulla da fare. (Sopra una foto generica).

0

Una bambina di tre anni è morta dopo essere stata azzannata dal suo cane, un pastore tedesco. La tragedia è avvenuta a Fiano Romano, paese in provincia di Roma nella  sera di mercoledì. La famiglia ora è sotto choc.

AZZANNATA AL COLLO – Il cane l’ha morsa sul collo, rompendole la trachea, sulle braccia e sulla testa. Sul posto sono arrivati  i carabinieri della stazione di Fiano Romano. Non è ancora chiaro che cosa possa aver scatenato la furia del cane che aveva 9 anni ed era regolarmente tenuto nel rispetto delle normative.

LA BIMBA SOLA A CASA CON IL PAPA’ – Erano le  19.30 le la piccola si trovava sola in casa con il padre, mentre il pastore tedesco si trovava in un recinto. Secondo quanto ricostruito,  la bimba approfittando di un attimo di distrazione del genitore si è avvicinata a cane e l’animale le si è avventato contro.

IL PADRE: “BOBBY L’HA ATTACCATA” – A raccontare la tragedia, ancora completamente frastornato è il padre della bambina, Alberto Bravi, operatore ecologico a Repubblica: “Erano le sei e mezzo, io ero sdraiato sul letto. La bimba era dal nonno, nella villetta accanto alla nostra. Bisognerebbe stargli sempre appresso, ma adesso a tre anni si fanno anche la barba da soli…”. Aggiunge con un filo di voce: “”La bimba è uscita dalla villetta, ha aperto due cancelli, è entrata nel recinto dove teniamo Bobby, il pastore tedesco, che vive qui assieme a diversi segugi. Poi chissà cosa è accaduto, un gesto improvviso, un gioco che ha infastidito il cane… Bobby l’ha attaccata e l’ha morsa alla gola.

“PENSAVO DI RIVEDERLA, DICEVANO CHE STAVA MEGLIO “ – Continua Bravi: “Io ho sentito dei rumori strani, sono corso giù. Quando sono arrivato la bimba aveva le labbra già viola. Siamo corsi in ospedale, disperati. Lì l’hanno subito portata via per le prime cure, sembrava stesse un po’ meglio, dicevano che dovevano trasferirla al Gemelli di Roma, pensavo di rivederla e invece è morta”.

“ERA UN CANE TRANQUILLO” –  Bravi non si capacita: “Bobby era un cane tranquillo, controllato, gli avevamo messo il chip, solo una volta aveva attaccato e ucciso un piccolo segugio ma con le persone non aveva mai dato problemi. Anche mia figlia ogni tanto ci giocava. Non riesco a capire cosa sia potuto accadere… Lo hanno portato via i carabinieri e il personale della Asl, forse lo abbatteranno”. Ora l’uomo e la moglie Amelia non riescono a capacitarsi di quel che è successo. Nel giardino hanno messo un grande orsacchiotto e una candela per la loro bimba che non c’è più.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.