Quotidiano di informazione campano

Bimba rom folgorata da un cavo elettrico muore a 2 anni dopo una settimana di agonia

CRONACA CAMPANIA RADIO PIAZZA NEWS

0

È morta  ieri a Napoli dopo sette giorni di agonia la bimba rom di due anni e mezzo rimasta folgorata da un cavo elettrico allacciato abusivamente nel campo rom di Giugliano (Napoli).   La bambina – secondo quanto ha ricostruito la Polizia – avrebbe toccato il 29 aprile scorso un cavo elettrico volante ricevendo una fortissima scossa elettrica. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime. Trasportata all’ospedale «Santobono» la piccola Rosa, che avrebbe compiuto 3 anni a novembre, è morta nel pomeriggio del 6 maggio.

Le indagini sull’ incidente sono condotte dagli agenti del Commissariato di Giugliano.  «La morte della piccola – afferma il presidente dell’ Ottava Municipalità di Napoli, Angelo Pisani, che ha diffuso oggi la notizia e che ha denunciato più volte lo stato di degrado nel quale vivono centinaia di famiglie nei campi nomadi di Scampia e della provincia di Napoli – dovrà pesare sulla coscienza dei pubblici amministratori che, anche di fronte al nostro allarme, hanno preferito girarsi dall’altra parte». Pisani rilancia la richiesta del censimento e della bonifica dei campi Rom, con sistemazione temporanea delle famiglie in luoghi di accoglienza predisposti in tutta l’area metropolitana napoletana CRONACA RADIO PIAZZA NEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.