Quotidiano di informazione campano

Blitz dei vigili: sequestrata un’azienda tessile abusiva a San Giuseppe Vesuviano

0

Lavoro nero, sversamento illecito di rifiuti e favoreggiamento della manodopera clandestina: sequestrata una fabbrica di abbigliamento abusiva. Nellambito di una più vasta attività di controllo del territorio nellambito dello sversamento illegale di rifiuti speciali, gli agenti della polizia locale di San Giuseppe Vesuviano, agli ordini del colonnello Ciro Cirillo e del vice Raffaele Tortora, hanno scoperto una ditta di confezioni di via Martiri di Nassirya, completamente fuorilegge. Uniniziativa che rientra in una più ampia attività di controllo e di vigilanza del territorio, su direttive dellamministrazione guidata dal sindaco Vincenzo Catapano, che ha dato indicazioni precise per quel che concerne lo sversamento selvaggio di spazzatura. In tal senso, le ispezioni dei vigili urbani sono state effettuate nel centro e nelle zone periferiche con particolare attenzione agli esercizi commerciali e alle fabbriche tessili presenti sul territorio sangiuseppese. Gli ultimi controlli sono stati effettuati tra mercoledì e giovedì scorsi e hanno portato gli agenti ad elevare numerose contravvenzioni per mancata differenziazione dei rifiuti. 

rd?p=cr&r=http%3a%2f%2fdis.criteo.com%2fLa titolare della ditta di confezioni con sede in via Martiri di Nassirya, risultata sprovvista di qualsiasi autorizzazione, di contratto di smaltimento di rifiuti, è stata deferita in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Nola. Tra laltro, nel corso dellispezione, i vigili urbani hanno accertato l’impiego di extracomunitari che stavano lavorando senza essere mai stati assunti. Inoltre, uno degli operai sorpresi nella fabbrica era sprovvisto di documenti e di qualsiasi altro titolo di permesso di soggiorno. Nel corso del blitz, è stato possibile appurare altresì che l’opificio era costituito da un piano interrato di circa 200 metri quadrati, dove sono stati rinvenuti macchinari per taglio e confezione di capi di abbigliamento anche con marchi di note aziende tessili, nonché numerose macchine per cucire. Sono stati trovati, inoltre, numerosi sacchi pieni di ritagli di stoffa pronti per essere smaltiti illecitamente anche perché la ditta è risultata sprovvista di qualsiasi contratto per lo smaltimento degli stessi.I locali della fabbrica sono stati sottoposti a sequestro, così come anche parte del fabbricato risultato abusivamente edificato con la realizzazione di tre stanze al piano superiore occupate da masserizie varie e letti per dormire. Il sequestro della fabbrica da parte dei vigili urbani di San Giuseppe Vesuviano è stato operato anche perché i locali oggetto dei controlli non risultavano conformi ai requisiti indicati dalla normativa in materia. Tra laltro, le stesse stanze, così come i relativi servizi igienico-assistenziali, erano tenuti in condizioni pessime di igiene e degrado.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.