Quotidiano di informazione campano

Brescia,Lodi,piacenza,mantova,codogno,cremona teatro di microcriminalità minorile

0

Ad uno dei bresciani e altri lombardi intervistati è partito uno sfogo e noi lo pubblichiamo come sempre: un amico mi ha mostrato questo cappellino “sequestrato” ad un ragazzo di 17 anni che si aggirava con fare sospetto sotto casa, di origine diciamo “non autoctona”… (Magrebino di m….) ebbene, come potete vedere cari amici – questi simpaticoni hanno trasformato un cappellino in una sorta di arma che viene utilizzata in questo modo:

Indossano il cappellino con la visiera rivolta dietro il capo e durante i tentativi di scippo o furto, qualora il malcapitato/a se ne accorga, utilizzano la visiera come arma da taglio per ferire alle mani o al volto chi tenti di fermarli, garantendosi così la fuga.
Fate girare queste foto, state allerta, avvisate i vostri ragazzi che stiano attenti…

Ci risulta che mettono queste lamette anche nei polsini rigidi delle camicie e in dei tagli appositi in scarpe e stivali a volte già con le punte di ferro più rigide di quelle antinfortunistica che usano gli operai per proteggersi e non per ferire come questi delinquenti in erba.

Avvisiamo le forze dell’ordine che potrebbe anche essere un sistema per fare entrare oggetti da taglio negli stadi o a manifestazioni.

Max Napolitano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.