Quotidiano di informazione campano

Camorra, due pentiti fanno tremare il nolano. Accuse choc contro sindaci e forze dell’ordine

0

Il fascicolo è nelle mani del pubblico ministero Gianfranco Scarfò della direzione distrettuale antimafia di Napoli. E comincia a scottare. Perché – a quanto apprende Retenews24 – sono state messe a verbale le dichiarazioni di due pentiti del clan Di Domenico che stanno facendo tremare l’area nolana. Racconti choc che tirerebbero in ballo rappresentanti delle forze dell’ordine e politici del territorio. Dopo Marcello Di Domenico, storico capo del cartello criminale finito in manette nel giugno del 2011, un altro affiliato dell’organizzazione criminale, Salvatore De Martino, arrestato il 10 dicembre del 2011, l’uomo chiamato a gestire le casse della cosca, dal marzo 2013 ha deciso di collaborare con i magistrati. Le parole di De Martino, ancora al vaglio dei dovuti riscontri, potrebbero avere effetti devastanti. Il collaboratore di giustizia, a quanto trapela, avrebbe chiamato in causa quattro poliziotti accusati di intrattenere rapporti con il clan. Accuse pesanti su cui il pm antimafia sta cercando di fare luce e cercare tutte le necessarie verifiche. L’obiettivo è allontanare sospetti e ombre sul lavoro delle forze dell’ordine. Il pentito avrebbe accusato anche il sindaco di Cimitile Nunzio Provvisiero di essere tra le vittime del clan, obbligato secondo il racconto di De Martino a pagare una tangente. Il primo cittadino, interrogato dai magistrati, avrebbe respinto gli addebiti. Ma ci sarebbero anche altri politici di spicco del territorio nolano chiamato in causa da De Martino su cui gli investigatori hanno acceso i riflettori. Il clan Di Domenico per anni si è conteso il controllo del territorio nolano con un’altra organizzazione criminale, quella dei fratelli Russo. Le operazioni della Dda hanno nel corso degli anni decimato il clan portando in carcere una cinquantina di persone tra affiliati e boss. Poi il colpo finale con la decisione del pentimento, prima del capo Marcello Di Domenico e poi del “ragioniere”, Salvatore De Martino.  CRONACA LOCALE RADIO PIAZZA NEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.