Quotidiano di informazione campano

Camorra: LA CAMORRA I casalesi emigra in Romania, 2 arresti

CRONACA RADIO PIAZZA NEWS

La camorra emigra. E va all’estero per gli affari. La meta preferita dai Casalesi è, adesso, la Romania. Qui la holding del malaffare sta costruendo il nuovo business: società di costruzione, centri benessere e ville di lusso. Giri milionari di soldi e terreno fertile in un Paese straniero che cerca una nuova dimensione economica. Con questa missione erano partiti da Aversa, in provincia di Caserta, due fratelli. Nicola e Giuseppe Inquieto, 43 e 48 anni, che per la Dda della Procura di Napoli e la Dia partenopea sarebbero imprenditori legati al clan dei Casalesi. E in particolare alla fazione del boss Michele Zagaria. Le accuse sono di partecipazione ad associazione a delinquere di tipo mafioso.

L’aiuto alla latitanza del boss

Il patrimonio sequestrato, secondo gli investigatori, sarebbe riconducibile a Michele Zagaria oltre che ai due arrestati. Giuseppe Inquieto è stato arrestato ad Aversa mentre suo fratello Nicola è stato catturato in Romania, dove viveva. I due imprenditori sono fratelli di Vincenzo Inquieto, l’uomo che aiutò Zagaria nel suo ultimo periodo di latitanza, durata 15 anni, fino all’arresto nel bunker realizzato sotto la villetta di via Mascagni a Casapesenna.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.