Quotidiano di informazione campano

Camposano – Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

ANTONIO ROMANO PER RADIO PIAZZA NEWS

0

Camposano – Aula consiliare.  Si è tenuta, di recente,  un interessante  manifestazione dal titolo “ Io dico No!” in occasione  della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. L’evento ha avuto il Patrocinio del comune e della  Commissione pari opportunità del comune di Camposano; un occasione per riflettere sul fenomeno della violenza sulle donne ancora tristemente presente sul territorio. La Giornata del 25 novembre, si sa,  non deve restare solo un momento celebrativo ma un rinnovo di un impegno da declinare nella quotidianità attraverso azioni concrete ed in particolare in “un’alleanza educativa” che metta insieme tutti i soggetti chiamati alla formazione dei giovani affinché possano crescere realmente nella cultura del rispetto della persona. All’incontro erano presenti diverse personalità: sono stati invitati per un breve saluto le seguenti personalità; il Sindaco del comune di Camposano Giuseppe Barbati, De Capua Andrea, Assessore alla pubblica istruzione, cultura e politiche sociali, Marinella Avolio, Vicepresidente della commissione pari opportunità, Don Antonio Collu  Parrocchia di San Gavino Martire, Padre Marco, Parrocchia SS Nicola e Martino di Faibano. In qualità di moderatore il giornalista Antonio D’Ascoli. La serata ha proposto anche alcuni momenti teatrali tratti da una celebre opera di Eduardo De Filippo a cura di Tina Spampanto del gruppo teatrale “ Il dialogo” e un momento dedicato alle opere artistiche; vi era un esposizione della pittrice Florinda Mattiello.  Si sono succeduti gli interventi  dei relatori e rispettivamente: Olga Iizzo, autrice del libro “ La geografia degli sguardi”, Maria Rosaria Alifieri, criminologa, Presidente associazione Criminalt, Teresa Forino, psicologa, Presidente associazione IGEA, Don Aniello Manganiello dell’Opera Don Guanella, fondatore associazione “ Ultimi”. Michele Cutolo, Presidente del coordinamento Istituzionale Ambito 23, Bellobuono Giuseppe, coordinatore Ambito N23 e infine l’intervento di Felice Scaglione, Esperto programmazione sociale e socio sanitaria. Si è discusso, dunque, anche tra altro, del concetto di violenza domestica: violenza anche morale. Il controllo del potere sull’altro in un concetto di subalternità. Un qualcosa che porta a quello che è l’ quello che èl’rta ad mica quando si vuole che la donna non lavori a favore del assoluto controllo da parte dell’annullare come persona. Si è discusso di completa sfiducia da parte della donna a danno della sua autostima; violenza fisica dalle contusione in poi. Le donne che subiscono tutto ciò hanno 5 volte di più la tendenza al suicidio in termini di statistica. La  violenza è anche economica quando si vuole che la donna non lavori a favore dell’ assoluto controllo da parte dell’uomo. Don Aniello Manganiello ha tenuto un intervento citando alcune frasi della Bibbia, citando sì la condizione della donna in quei tempi antichi ma rapportandosi al mondo attuale. Dio, a parere di Don Aniello Manganiello e secondo alcune citazioni evangeliche, ha creato l’uomo e la donna su di un piano paritario e non di subalternità. Si è soffermato in seguito su diverse riflessioni ed ha citato un esempio di come solo le donne, in media, una media abbastanza alta, 90%,  frequentano la messa domenicale; gli uomini di meno. Senza soffermarsi sulla libertà di culto è il rito del maschilismo e dell’uomo che si sente forte nella sua superiorità e la religione è degradata a ruolo, si fa per dire, di femminucce! Ecco spiegata la causa di conflitti di astio, di contrasti. Bisogna ripartire dalle famiglie.

Antonio Romano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.