Quotidiano di informazione campano

Casa: governo, ok aumento Tasi Risorse per aiutare le famiglie

0

Roma, 8 gen. – I sindaci potranno aumentare l’aliquota della Tasi fino allo 0,8 per mille, ma con l’obbligo di impiegare le risorse per le detrazioni a favore delle famiglie e delle fasce piu’ deboli. Il governo interviene con un emendamento al decreto Enti locali per evitare il buco di gettito per i Comuni che si era creato con la legge di Stabilita’. Alle amministrazioni comunali, spiega l’emendamento, “sara’ concessa per il 2014, esclusivamente allo scopo di deliberare a favore delle famiglie e dei ceti piu’ deboli, ulteriori detrazioni rispetto a quelle gia’ previste dalla legge di stabilita’, la possibilita’ di decidere un incremento delle aliquote al di sopra dei massimi attualmente consentiti”.
 

L’incremento, aggiunge il governo, “non comportera’ alcun aumento della pressione fiscale” e “sara’ compreso tra lo 0,1 e lo 0,8 per mille complessivo. Saranno i sindaci quindi a “decidere come ripartirlo tra le diverse basi imponibili”. Anche il ministro dell’Economia, Fabrzio Saccomanni sostiene che la norma non portera’ ad un aumento delle imposte: “Penso di no”, risponde il titolare del Tesoro ai cronisti che chiedono se con la Tasi gli italiani pagheranno di piu’.

“Si e’ fatto un passo avanti importante nel chiarire la natura federale di questa imposizione”, ha aggiunto Saccomanni. Per il titolare del Tesoro “la mini Imu e’ stata una necessita’ dovuta a motivi equitativi, ma rimane un elemento modesto rispetto al complesso sgravio fiscale realizzato”. Anche secondo il vice ministro dell’Economia, Pier Paolo Baretta “si tratta di un ulteriore passo verso un vero federalismo fiscale che va incontro alle esigenze dei comuni, ma senza alcun incremento della pressione fiscale. Si chiude cosi’ la vicenda Imu e Tasi – aggiunge – ma non il nostro impegno ad affrontare con gli enti locali il problema aperto dei bilanci locali, anche attraverso una ulteriore revisione del patto di stabilita’.

La misura e’ finalizzata ad una maggiore equita’ e non a maggiori tasse”, ha aggiunto il ministro per le Autonomie, Graziano Del Rio. La via d’uscita del governo non piace a Forza Italia: Daniele Capezzone la definisce “una beffa e una stangata”, Maurizio Gasparri parla di “governo incapace che sa solo tassare”. Accoglienza tiepida anche da parte dei renziani del Pd. Il deputato Democrat Angelo Rughetti parla di “passo avanti”, ma aggiunge che “restano ancora aperte altre questioni: ai problemi dei comuni dovra’ essere data una risposta per evitare che ci siano dei veri e propri fallimenti amministrativi”, conclude. POLITICA DA RADIO ITALIA NEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.