Quotidiano di informazione campano

CASAL DI PRINCIPE OGGI RICORDA LUCCISIONE DI DON DIANA

0

Sarà una giornata lunga per Casal di Principe questo 19 marzo. Esattamente come quella di 19 anni fa, quando alle 7.30 di mattina un killer entrò nella chiesa di San Nicola di Bari e sparò quattro colpi a don Giuseppe Diana. E’ la giornata del ricordo. Per non dimenticare un uomo, un prete, ucciso perché aveva osato sfidare il potere della camorra difendendo semplicemente la sua gente “con la forza della parola”. Le manifestazioni per don Diana cominceranno alle 7.30 davanti alla parrocchia di San Nicola di Bari. Una diretta di Raitre è prevista nel corso della trasmissione “Buongiorno Regione” e vi parteciperanno alcuni sacerdoti che sottoscrissero il documento “Per amore del mio popolo”, esponenti del Comitato don Peppe Diana e Augusto Di Meo, il testimone che inchiodò l’assassino. Dopo qualche ora comincerà l’afflusso di studenti e cittadini verso il Parco don Diana, alle porte della città, dove alle 9.30 è previsto il concentramento per una manifestazione che dal parco si snoderà fino alla chiesa di San Nicola di Bari. In chiesa, dopo i saluti istituzionali, è prevista la proiezione del video “Da terra di camorra a terra di don Peppe Diana”, che racconta, attraverso testimonianze e avvenimenti, come è cambiato il territorio casalese negli ultimi dieci anni. Gli studenti saranno poi protagonisti della mattinata con “I giovani si raccontano”, alternando testimonianze, canti e letture sulla legalità e confrontandosi con due magistrati, Raffaello Magi, estensore della sentenza di primo grado nel processo “Spartacus” e Federico Cafiero de Raho, ex capo della Dda napoletana, ora a capo della Procura di Reggio Calabria. Alle 14 ancora la Rai, stavolta Radio Tre, dedicherà una puntata di 30 minuti alla vicenda di don Diana. Una racconto lungo più di vent’anni, dalle iniziative anticamorra dei primi anni Novanta, fino ai giorni nostri. Il pomeriggio è altrettanto impegnativo con le iniziative promosse dalla diocesi di Aversa, tutte concentrate nella parrocchia di San Nicola di Bari a Casal di Principe. Une messa alle 17 celebrata dal vescovo, Angelo Spinillo e i sacerdoti della Foranìa. A seguire, una conversazione “sul valore della testimonianza di vita come autentica forza di orientamento e di proposta di cambiamento e di crescita per la vita dell’umanità”, che dovrebbe preludere a iniziative per la beatificazione di don Diana. Condurranno la riflessione Monsignor Vincenzo Bertolone, arcivescovo di Catanzaro-Squillace, postulatore della causa di beatificazione di don Pino Puglisi, e Donato Ceglie, magistrato presso la Procura generale della Repubblica di Napoli e amico di don Diana. Non manca qualche voce fuori dal coro. In particolare la dirigente scolastica dell’Istituto ragioneria di Casal di Principe, Emilia Trasacco, che proprio il 19 marzo ha promosso, invece, una manifestazione per liberare il suo istituto dai rifiuti dai quali è circondato. Una scelta che per Gianni Solino, responsabile provinciale di Libera, è pretestuosa. “Piaccia o non piaccia – dice Solino – don Peppe Diana è diventato il simbolo vivente del riscatto di queste nostre terre devastate. Tocca a noi cittadini responsabili offrire questo modello ai nostri giovani perché se ne approprino e lo usino come bandiera di liberazione dal dominio militare e culturale della camorra”. Ci sarà anche una coda internazionale per Don Peppe Diana e precisamente in Canada, al “Rover Moot” dove gli scout dell’Agesci porteranno l’esperienza vissuta nei territori della provincia di Caserta nei workshop che faranno per 5000 ragazzi di tutto il mondo! Gli scout porteranno in dono ai loro colleghi il documento “Per amore del mio popolo”, tradotto in inglese, che suona così: “For sake of my People I do not be silent”, insieme ad un “pacco alla camorra

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.