Quotidiano di informazione campano

Casamarciano – In Scena:La compagnia “Enter“di Roma in “Noi e loro” di Alessandra Camassa– Il racconto, la vita di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone

ANTONIO ROMANO PER RADIO PIAZZA EVENTI IN CAMPANIA

0

Casamarciano  –  Èl’ennesima  opera portata in scena,  nell’ambito del Festival Nazionale del teatro Scenari di Casamarciano VI edizione; una serie di manifestazioni con al centro la cultura teatrale, che si stanno tenendo presso il Borgo di Santa Maria del Plesco. Un luogo suggestivo per spettacoli all’aperto, un luogo accogliente per la sua memoria storica che ancora traspare in maniera netta e determinata e per di più al primo impatto. In platea la presenza del sindaco di Casamarciano, Andrea Manzi e alcuni assessori comunali, i rappresentati della giuria, il direttore del festival per quel che riguarda la giuria Totò Nicosia. La serata è stata presentata da Daniela Troisi. Consenso di pubblico e di critica per la serata. Una rappresentazione teatrale per quel che è stata la vita di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, due magistrati due martiri; una storia raccontata in scena per non dimenticare la storia del nostro tempo sebbene associata alla tragicità in quel, ormai lontano, 1992. Di certo i personaggi più importanti e prestigiosi nella lotta contro la mafia.L’opera portata in scena, che forse sarebbe rimasta in un cassetto, come uno scritto privato di ricordo, “Noi e loro” è una commedia, tratta da una scrittura di  Alessandra Camassa, diretta discepola di Borsellino e amica di famiglia di Falcone. La compagnia Enter di Roma vanta numerosi riconoscimenti: è la vincitrice della 10 edizione del Premio “ Randone” e della V edizione, la scorsa edizione, del Festival Nazionale del teatro di Casamarciano. Il lavoro portato in scena per la regia di Luca Milesi, attore e regista, in scena è lui ad interpretare il personaggio di Borsellino, è un immaginario incontro, dopo la morte, di due vecchi amici, G. Falcone e P. Borsellino. La storia in scena inizia con un gruppo di giovani: stanno sistemando una stanza, per esigenze lavorative tipo studio oppure ufficio, che era rimasta segreta per un poco di tempo. Un alone di mistero da subito s’intravede; passaggio sottolineato da una colonna sonora,  musiche che accompagnano l’azione recitativa. Proprio in quel luogo ritrovano un vecchio baule nel quale c’è un agenda di color rosso che sembra esser appartenuta ad una persona morta per coraggio e con essa tre quaderni che raccontano la storia di due adolescenti che si sarebbero trasformati alcuni decenni dopo, negli imputati processati da G. Falcone e P. Borsellino. Quest’ultimi, nella seconda parte dello spettacolo, si ritroveranno in scena, a parlare tra di loro e anche se è il caso a scherzare su alcune cose a dialogare: personaggi che iniziano la loro recitazione, la loro riflessione, partendo dal pubblico in platea. Un vivo ricordo che si materializza in scena. Per dovere di cronaca è da segnalare che lo spettacolo iniziato presso il Borgo di Santa Maria del Plesco e poi,successivamente, proseguito presso una tensostruttura nelle vicinanze per avverse condizione metereologiche. Un inconveniente superato senza relative grosse difficoltà, lo spettacolo prevedeva anche dei filmati che non è stato possibile riprodurre se non in versione audio; un pubblico che ha mostrato grande collaborazione e partecipazione. Il quadro degli attori che meritano citazione: Fabrizio Bordignon, Maricaconcetta Liotta, il regista Luca Milesi, Alberto Albertino, nel ruolo di Falcone, Serena Renzi e infine Gianluca Delle Fontane.

Antonio Romano,2016-09-05 22.53.562016-09-05 23.04.24 per radio piazza eventi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.