Quotidiano di informazione campano

Casamarciano – Nella Rassegna teatrale nazionale, Giorgio Albertazzi con lo spettacolo Miti ed Eroi

ANTONIO ROMANO PER RADIO PIAZZA CAMPANIA EVENTI

0

Casamarciano – Giorgio Albertazzi  Casamarciano. Ospite d’eccezione nella Rassegna teatrale nazionale di Casamarciano, IV edizione. La serata è stata presentata dall’attrice Eleonora Pariante.  Giorgio Albertazzi è un noto personaggio del mondo dello spettacolo, come si sa , un attore e regista . Grande attore di teatro, attivo da anni sulle scene.  Albertazzi è stato uno dei supremi in televisione è stato protagonista di letture poetiche e di sceneggiati. Ha presentato uno spettacolo dal titolo Miti e ed Eroi.  Ha debuttato sul palcoscenico nel 1949 in Troilo e Cressida di Shakespeare. Albertazzi è soprattutto un grande attore di teatro, spesso anche regista dei suoi  spettacoli. Come regista televisivo e come attore protagonista gira nel 1969 Jekyll, tratto dal romanzo Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Robert Louis Stevenson. Il suo primo e unico film come regista cinematografico, Gradiva è  del 1970. Al Teatro alla Scala di Milano nel 1969 è Edipo in Edipo re (Sofocle)  per regia di Giorgio De Lullo. Nel 1974 prende parte alla serie televisiva Philo Vance. Al Teatro La Fenice di Venezia nel 1980 cura la regia e l’adattamento di Peer Gynt, da Henrik Ibsen  diretto da Piero Bellugi. Dal 2003 è direttore del Teatro di Roma. A coronamento di una carriera molto intensa, nel 2004 il pubblico italiano lo omaggia del Premio Gassman alla carriera. Il 10 febbraio 2006 ha interpretato il Canto di Ulisse, da Dante, nel corso della Cerimonia di apertura dei XX Giochi olimpici invernali di Torino. Nel 2009 al Teatro Ghione è interprete di Lezioni Americane di Italo Calvino, per la regia di Orlando Forioso, e al Teatro Greco di Siracusa di Edipo a Colono di Sofocle per la regia di Krzysztof Zanussi. Sempre nel 2009, per Rai 2, ha registrato una lettura della Divina Commedia fra le rovine del centro storico dell’Aquila, in seguito al terremoto del 6 aprile. È inoltre l’inventore dell’One Man Show in Italia negli anni sessanta, e l’ideatore della battuta di spirito “le cosce delle donne sono la prova dell’esistenza di Dio”. Nello spettacolo accompagnato dalla musica del maestro Davite Canuti, Albertazzi dialogo con il pubblico, parla interagisce con esso una sorta di lezioni sulla vita condivisibile o meno. Nel corso dello spettacolo ha ricordato: “ nel 1840 un filosofo inglese Carlyle che ha sposato l’idea dell’eroe come poeta. Questo binomio eroe – poeta  è stato portato non solo in Inghilterra. D’Annunzio per esempio, Marinetti e tutto il movimento rivoluzionario dell’Europa tiene conto di questo. L’atto eroico diventa un atto poetico!  Così diviene conoscenza, voglia di sapere! Tra gli eroi descritti da lui sicuramente un c’è un personaggio- guerriero come Ulisse. Oppure un profeta rivoluzionario crocifisso sotto Tiberio. Ulisse che nell’inferno dantesco è tra i consiglieri fraudolenti: Albertazzi recita i versi danteschi in scena relativi ad Ulisse, con grande impeto di attore di grande esperienza. In un passaggio cita anche la famosa celebre frase, nella sua versione con accenno in lingua  latina: “ fatti non fosti per vivere come bruti ma per seguire virtù e conoscenza”. Di discorso in discorso, sempre a proposito di miti, eroi il discorso si è spostato su un personaggio come Giulio Cesare. In seguito la declamazione di alcuni versi della commedia di Shakespeare, nella recitazione del personaggio di Marco Antonio. Ancora, nel corso del suo spettacolo il suo commento su tanti personaggi: oltre al già citato Marco Antonio, Cleopatra, Ottaviano ed altro. Parole e poesie, musica, un viaggio nel passato il tuto portato sulla  scena in un lungo monologo.

Antonio Romano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.