Quotidiano di informazione campano

Caserta,5 feriti anche 2 bambini per le botti nel cammino

Cronaca campania radio piazza news,nel Casertano. Bimbo 10 anni ricoverato a Napoli: non è grave

0

CASERTA,3 GEN – Cinque persone, tra cui due fratellini di 10 e 9 anni, sono rimaste ferite a Marcianise (Caserta) a causa dell’esplosione di alcuni lanciati nel camino di un’abitazione di alcuni botti. Il piccolo di 10 anni, che ha riportato ustioni al volto, non è in pericolo di vita ed è ricoverato nell’ospedale Santobono di Napoli. Ferito in maniera più lieve il fratellino, di 9 anni, i due genitori (il padre ha 42 anni e la madre 38) e la nonna, che ha 68 anni.

    I carabinieri della Compagnia di Marcianise, coordinati dal capitano Nunzio Carbone, sono intervenuti in via Busacca, a Marcianise (Caserta), luogo dove si è verificata l’esplosione. Lì hanno ascoltato le vittime che hanno raccontato di aver gettato i botti nel camino perché pensavano fossero solo dei residui inoffensivi. Il camino è andato completamente distrutto nell’esplosione. La deflagrazione ha investito le cinque persone e danneggiato anche arredi e suppellettili. Sul posto, oltre ai militari della Compagnia di Marcianise, sono intervenuti anche i carabinieri artificieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Caserta che stanno effettuando un accurato sopralluogo finalizzato ad accertare se, nel camino, vi siano ulteriori petardi inesplosi. Lo stabile, comunque, non presenta criticità strutturali.

Duecento netturbini malati: critiche della Cgil
 Il segretario generale della Cgil Campania, Franco Tavella interviene in merito alla vicenda dei circa duecento certificati medici inviati da altrettanti operatori dell’Asia, che si sarebbero assentati dal lavoro per malattia il 30 ed il 31 dicembre.”Se si dovessero accertare responsabilità e furbizie, la Cgil non difenderà nè gli imbroglioni e nè i fannulloni e sarà di fianco a quei lavoratori che hanno ripulito le strade con carichi di lavoro aumentati per un malcostume che va smascherato e perseguito”. “Siamo noi a chiedere all’azienda di fornirci una relazione dettagliata e a chiedere quali misure si intendono adottare per smascherare e punire eventuali connivenze ed imbrogli.

Il diritto del lavoratore alla malattia non puo’ essere messo in discussione da vicende che ne offuscano il valore”, ha precisato Tavella.

 

Potrebbe interessarti: http://www.napolitoday.it/cronaca/netturbini-malati-capodanno-cgil.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/NapoliToday

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.