Quotidiano di informazione campano

Champions League: Monaco-Juventus 0-0, bianconeri in semifinale

Champions League: Monaco-Juventus 0-0, bianconeri in semifinale-radio piazza news

0

Il ritorno dei quarti di Champions League, la Juventus strappa il pareggio in casa del Monaco e conquista la semifinale a distanza di 12 anni dall’ultima volta. A Montecarlo, dopo l’1-0 dell’andata, finisce 0-0 al termine di un match complicato per i bianconeri, che soffrono la pressione dei francesi ma, comunque, non offrono troppe occasioni alla squadra di Jardim. La Signora se la vedrà con una tra Bayern Monaco, Barcellona e Real Madrid.

LA PARTITA
Il bello viene adesso, quando la testa è completamente libera e le pressioni infilzano lo stomaco degli altri. Il bello irrompe quando, da lontano, cominci ad avvertire un aroma terribilmente invitante, che gli altri incontrano ogni primavera mentre tu non vedi l’ora di scoprire cosa cela. Dopo 12 anni, la Juve torna a sedersi al tavolo delle grandi d’Europa, pronta a sbranare ogni leccornia che il più spettacolare torneo continentale possa offrire.

Importa nulla che la semifinale arrivi dopo un match velenoso, difficile, pieno di insidie a ogni angolo. La Juve delude soprattutto per quanto riguarda l’atteggiamento, che probabilmente nasconde una condizione fisica deficitaria. Ma questa sera contava solo il risultato, arrivato comunque senza subire alcun assedio. Che il Monaco non abbia la minima intenzione di bluffare, lo si capisce dal principio. Jardim ordina un pressing martellante in ogni zona del Louis II: senza condizioni e senza la possibilità di rifiatare. Un approccio che sorprende non poco la Signora, per 40 minuti messa alle corde ma, allo stesso tempo, brava a parare ogni colpo quando i guantoni francesi avvicinavano lo sguardo di Buffon. Il Monaco cerca con insistenza le fasce, nel chiaro tentativo di aprire il 3-5-2 della Juve per poi colpire al cuore. Funziona molto bene l’asse di destra (Fabinho-Bernardo Silva), che spesso brucia la coppia Chiellini-Evra oppure crea spazi interessanti per i puntuali inserimenti di Kondogbia. I bianconeri rischiano grosso su un’incursione di Bernardo Silva (Barzagli salva tutto al 15′) e su un paio di iniziative dell’ex centrocampista del Siviglia (20′ e 36′): nella prima è bravo Buffon, nella seconda ci pensano Chiellini e Vidal, che chiudono a sandwich Kondogbia rischiando anche il rigore.

Nei primi 45 minuti non c’è altro da segnalare dalle parti di Buffon, perché il Monaco tiene il pallino del gioco e detta i ritmi ma, una volta entrato negli ultimi 20 metri, la Juve si chiude con ferocia e concede le briciole. Il momento migliore della Signora, non a caso, arriva nel finale di ogni frazione, quando la squadra di Jardim – frustrata dal muro di gomma bianconero e svuotata di ogni energia – cala d’intensità e concede pericolosi contropiede al club campione d’Italia. La ripresa, infatti, si sviluppa sulla falsariga del primo tempo e per poco una punizione di Pirlo, al 90′, non regala pure il successo alla corazzata di Massimiliano Allegri, che per la prima volta nella sua carriera raggiunge il penultimo atto della Champions. Ora sotto a chi tocca tra Bayern Monaco, Barcellona e Real Madrid: la Signora comincia a percepire il profumo del gran finale.

LE PAGELLE

Barzagli 7 – Tira giù la serranda e ciao. Non si passa mai, punto e fine.

Vidal 5 – Debilitato dalla tonsillite, è in evidente dificoltà dal punto di vista atletico. Ringhia poco e male, anche se certo non è aiutato dai compagni in mediana.

Lichtsteiner 5 – Esageratamente timido, nonostante abbia qualche buona chance per affondare la lama. Manca la sua spinta a destra.

Kondogbia 7 – La sua fisicità domina a centrocampo, i suoi inserimenti creano i maggiori pericoli ai bianconeri.

Moutinho 6,5 – Piedi educati e grande visione di gioco. La Juve lo soffre tra le linee, poi cede nel finale.Calcio radio piazza news

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.