Cimitile – Nel centro storico di Cimitile, al piano terra di un edificio a ridosso della piazza principale,  sede di una nota associazione, si sono riuniti tutti i candidati, per celebrare il debutto della lista “ Prima Cimitile ”.  Il  logo della lista: un semicerchio rosso al di sopra di un altro, azzurro. Conferenza stampa di presentazione di Francesco Di Palma: professione medico, candidato sindaco a capo del movimento civico.  Una lista che, nelle loro intenzioni,  si propone di trasformare la politica locale e di rilanciare il territorio. Una squadra che vuole tentare di far politica amministrativa  per cambiare, secondo il loro programma, uno dei tanti territori del Nolano. Una lista formata  da  uomini e donne: nel corso dell’ incontro sono stati presentati alcuni dei candidati della lista.  A presentare, è stato Ermenegildo Furino, segretario del Pd di Cimitile e l’avv.  Maria Almavilla.  “Il sentimento che ha spinto a questa candidatura, ha poi esordito Di Palma, potrebbe esser  la follia che è un sentimento che viaggia sempre accompagnato da un altro che  è l’amore per il proprio paese e concittadini : questa è una sfida, in tema di politica, che esce fuori dai canoni della politica solita dei piccoli centri”. Quindi i riferimenti specifici alla scottante attualità. “Un’amministrazione, ha sottolineato il candidato a sindaco, deve essere di servizio, nel rispetto della legalità. Viviamo in un’area in cui le resistenze che troveremo saranno forti per cui è necessario anche  un movimento popolare a sostegno, perché c’è il desiderio di cambiare modo di gestione”.  Ha poi proseguito: “Un altro desiderio che mi ha spinto alla candidatura è di tipo biologico. E, in tal modo, non è mancata l’autocritica “generazionale”. “La mia generazione, ha raccontato Di Palma, non ha mai pensato alle generazioni future. Parole che hanno strappato applausi istantanei. “A Cimitile, la denuncia del candidato sindaco, dopo un’aberrante speculazione edilizia; c’è gente non ancora integrata. Eppure qui ci sono le potenzialità per attingere risorse finalizzate al rilancio urbanistico e turistico. E’ possibile un turismo di tipo diverso così come è possibile un’agricoltura diversa di qualità, solidale, per accorciare la filiera. Le elezioni comunali sono previste per il prossimo 31 maggio. Il sindaco uscente è Nunzio Provvisiero. Ci saranno tre liste:  “Cimitile Futura”, “ Progetto Cimitile” oltre alla già citata “ Prima Cimitile”.  Tornando al discorso del candidato a sindaco di quest’ultima, nel suo discorso introduttivo non è mancato un riferimento anche alla tematica, Basiliche Paleocristiane di Cimitile, vanto e volano del territorio per il suo valore storico e turistico di impulso al territorio. Ha precisato: “ Anche qui c’è bisogno di un turismo di tipo diverso che va costruito attraverso società di servizio, che permetta a chi viene a visitare il complesso storico, possa rimanere anche per un poco di tempo, di esser accolto, ospitato. Perché quando  noi andiamo a visitare qualcosa; il ricordo che rimane è come siamo stati trattati, cosa c’è rimasto di questo soggiorno”.  Infine di Palma ha raccomandato, alla sua lista, il prevalere del buon senso, sì la ricerca del consenso in un clima di serenità ma anche  di rispetto degli avversari politici. Ora dopo la presentazione del programma elettorale si attende la presentazione effettiva che avverrà il 16 maggio presso villa Lenzi un noto ex convento.

A.R.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com