Quotidiano di informazione campano

Cimitile – Il premio letterario città di Cimitile, il libro incontra le basiliche, festeggia il ventennale – presentazione del libro : “Gli anni delle meraviglie. Da Piero della Francesca a Pontorno. Il tesoro d’Italia”, di Vittorio Sgarbi

A.R.per radio piazza eventi

0

Cimitile – Il premio Cimitile celebra il ventennale del suo prestigioso premio. In occasione si è realizzata una mostra fotografica, un DVD e  un libro che racchiudono la storia ventennale della rassegna letteraria nazionale.  Da quando si decise di rilanciare il complesso basilicale paleocristiano, sede della serata di premiazione e della presentazione di eventi al pubblico, sono ormai trascorsi venti anni! Un premio che, come affermato, “ è divenuto adulto” affermandosi tra i più importanti eventi del territorio che mirano alla promozione e sviluppo della lettura, il cercare di avvicinare le persone al libro favorendo la promozione culturale, la valorizzazione e la conoscenza delle bellezze artistiche e paesaggistiche del territorio campano. Vi è stata, già nella serata di inaugurazione, la presentazione di un libro : “ Gli anni delle meraviglie. Da Piero della Francesca a Pontorno. Il tesoro d’Italia”,  di Vittorio Sgarbi;  edizioni Bompiani.  Alla cerimonia di apertura,  coordinata dal presidente del comitato scientifico del premio, Ermanno Corsi, oltre al noto critico d’arte e storico dell’arte Vittorio Sgarbi sono intervenuti: Felice Napolitano Presidente della Fondazione premio Cimitile Francesco Di Palma, Sindaco di Cimitile, Elena Coccia, vice sindaco dell’area metropolitana di Napoli, Massimiliano Manfredi, parlamentare, Elia Alaia, presidente dell’associazione Obiettivo III Millennio. Alla fine della serata vi è stata la consegna di una targa di premiazione per Vittorio Sgarbi. La Rassegna letteraria nazionale di opere inedite e delle novità libraie  ha assegnato, anche in questa edizione i suoi riconoscimenti: i vincitori della XX edizione, che riceveranno il campanile d’argento, una sorta di trofeo raffigurante, in miniatura ovviamente, il primo campanile della cristianità sito nelle basiliche;: Migliore opera inedita del genere narrativo è stato assegnato a Giulia Bracco: “Ovunque sei, se ascolterai” – Guida editoreMigliore opera edita di narrativa è andata a Maurizio De Giovanni: “Il resto della settimana” – RizzoliMigliore opera edita di attualità: Vittorio Feltri e Gennaro Sangiuliano: “Il quarto reich. Come la Germania ha sottomesso l’Europa” – MondadoriMigliore opera edita di saggistica a Marco Damilano: “La Repubblica del selfie. Dalla meglio gioventù a Matteo Renzi” – RizzoliMigliore opera edita archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale. Il riconoscimento per puesta sezione è andato a Danilo Mazzoleni: “Regio X. Tridentum et ager Tridentinus” – EdipugliaInfine, il Premio Giornalismo “Antonio Ravel” andrà a Massimo Giannini. Un premio speciale è stato attribuito a Luigi Vicinanza direttore dell’Epresso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.