Quotidiano di informazione campano

Coalizione “Centro, Sinistra”: la Segretaria del Pd ha preso in giro e mentito per mesi chi era disponibile a candidarsi a sindaco. Conferma che è una candidata di ripiego, la sua scelta è avvenuta dopo i rifiuti degli altri.

0

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

 

«La Segretaria del Pd ha preso in giro e mentito per mesi chi era disponibile a candidarsi a sindaco. Dalle sua parole arriva la conferma che è una candidata di ripiego, la sua scelta è avvenuta dopo i rifiuti degli altri».

La Coalizione “Centro, Sinistra” in una nota ribadisce che «con spregiudicatezza e temerarietà, la segretaria del PD ha confermato in questi giorni che da mesi sta lavorando per dare forma alla coalizione dell’odio e del risentimento, per concretizzare l’accordo “Destra, Sinistra”. Otto mesi di gestazione per partorire ciò che ad Acerra è già noto da tempo: un’intesa lunga e antica tra la parte del Pd da lei rappresentata e la destra. Si spieghi anche agli elettori del Pd, che in questi anni si sono allontanati dal partito locale per l’isolamento da lei creato a causa dell’alleanza con la destra, quali sono i veri interessi che l’hanno portata a candidarsi con la destra, un’esperienza ritenuta ingiustificabile dalla sinistra cittadina».

«Questa sua improvvida uscita – conferma la nota della Coalizione “Centro, Sinistra” – conferma quanto più volte già ribadito dalla coalizione “Centro, Sinistra” ma malamente smentito: mentre la segreteria del Pd senza primarie, fingeva di sollecitare la candidatura di altri e entrava nelle case per promettere fiducia, da mesi lavorava per rendere concreta l’alleanza con la destra e per strappare la sua investitura a candidata, evitando anche in questo caso le primarie. E pertanto afferma e conferma che per mesi ha preso in giro queste stesse personalità politiche contattate, mentendo loro».

Conclude la nota del “Centro, Sinistra”: «Non ci sorprende, ma sicuramente sconforta chi non conosce i padrini politici della segretaria del PD ed i suoi capibastone, la conferma giunta dalle sue stesse parole, che lei è una candidata di ripiego, una seconda scelta, dovuta all’indisponibilità di altri. La sua candidatura con la coalizione dell’odio “Detra, Sinistra”, è conseguenza proprio dei rifiuti dei tanti personaggi politici a cui anche lei stessa aveva mentito. Si tratta sicuramente di personalità che non erano disposte a spostare la sinistra, alleandola con la destra. Unico risultato voluto e ottenuto – questo si – dalla stessa segretaria (senza primarie) del PD».

 

 

 

 

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.